Arredamento eco-sostenibile.

Vi siete svenati per acquistare la vostra nuova casa e i pochi soldi rimasti non sono sufficienti per arredarla come vorreste? Una soluzione potrebbe essere quello di un arredamento eco-sostenibile minimale per la tua nuova dimora.

arredamento-eco-sostenibile

Per l’arredamento eco-sostenibile della vostra nuova casa dovrete scegliere tutti gli arredamenti in modo da tutelare la natura e l’ambiente. Occorre anche essere capaci di rinunciare al superfluo, di saper scegliere pochi oggetti funzionali da disporre con cura per ottimizzare gli spazi. Solamente così potrete risparmiare i vostri soldi: realizzando un ambiente minimalista, ma accogliente dove lo spazio, la luce e il rigore diventeranno protagonisti.

Meglio poco ma buono.

Per l’acquisto dei nuovi arredi dovrete puntare verso quelli realizzati in legno certificato FSC (ente indipendente che garantisce la provenienza dei legnami da foreste a gestione responsabile). Accertatevi anche che sia garantita una bassa emissione di benzene e formaldeide, sostanze particolarmente tossiche per gli occhi, la pelle e le vie respiratorie, contenute nei collanti e nelle vernici industriali.

Qo2 Chair by Erik Jørgensen

La scelta per un arredamento eco-sostenibile può sembrare un opzione costosa, ma i mobili in legno, soprattutto se certificati, oltre a non inquinare, durano di più.

Soluzione alternativa più economica è l’acquisto di mobili in legno riciclato, ma attenzione anche questi dovranno avere una bassa emissione di sostanze tossiche. In questo caso tali sostanze possono essere contenute negli impregnanti usati per la conservazione dei legni riciclati, che per la loro scarsa qualità e provenienza necessitano di opportuni trattamenti anti-tarlo (spesso si tratta di legni recuperati da imballaggi che hanno “viaggiato parecchio” prima di divenire mobili e dove facilmente possono annidarsi specie esotiche di tarli dal grande potere distruttivo).

Arredamento essenziale.

Seguendo la logica del “minimo essenziale” inizierete pensando alle stanze fondamentali della casa, inserendovi solo quei mobili, accessori ed elettrodomestici, realmente indispensabili, tutto il resto lo potrete sempre acquistarlo in un secondo momento.

decorclara3

Mobili essenziali sono sicuramente quelli destinati alla camera da letto, per la quale inizialmente basteranno un letto e un armadio grande abbastanza con al suo interno un’ampia cassettiera che inizialmente potrà sostituire il comò. I comodini possono essere realizzati con delle mensole a parete oppure recuperando qualche piccolo tavolino o vecchio mobiletto riadattato allo scopo.

La cucina dovrà essere completa di quegli elettrodomestici indispensabili come frigorifero, fuochi e forno se lo adoperate. Oltre al lavabo se vi è possibile vi consiglio l’acquisto di una lavastoviglie.

Ricordate di scegliere sempre elettrodomestici a basso consumo perché più efficienti, eco-compatibili ed economici.

Per i mobili della cucina e del soggiorno, come dispense, credenze, divani, librerie, accessori vari, tavolo e sedie, si può ricorrere alle diverse soluzioni in legno disponibili sul mercato o riciclare vecchi mobili in disuso donando loro nuova vita con l’aiuto di qualche idea.

Infine in bagno non potranno mancare oltre ai sanitari, una tenda per chiudere la doccia, uno specchio e una lavabiancheria, anche questa a basso consumo. Armadietti e mobili contenitivi si possono recuperare riciclandone di vecchi per adattarli al nuovo uso.

Risparmio energetico.

Per completare un occhio al risparmio energetico. Cominciate cercando di sfruttare al massimo la luce naturale disponendo gli ambienti giorno nella parte della casa con la maggiore esposizione alla luce naturale, mentre per la luce artificiale usate sistemi di illuminazione a led.

Lampade-LED-001

Per risparmiare sul condizionamento degli ambienti usate finestre a taglio termico con vetri accoppiati; d’inverno permettono di ottenere un bel risparmio anche sulla spesa del riscaldamento.

Scegliete tendaggi idonei per bloccare i raggi solari visto che in estate consentono di mantenere bassa la temperatura senza dover accendere il condizionatore.

Conclusioni.

Realizzare un arredamento eco-sostenibile non è poi cosa difficile e con le scelte opportune risulta anche conveniente, se poi avete un minimo di abilità manuale potrete sempre cimentarvi in proprio nella realizzazione di quello che vi occorre.


 

Se vi piace Questioni di Arredamento, iscrivetevi alla nostra newsletter per essere aggiornati sulle pubblicazioni future.

Riceverete una sola email al mese e potrete disattivare l'abbonamento quando vorrete.

Oppure seguiteci su ... 

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.