Come realizzare una cabina armadio.

cabina-armadioNon esiste al mondo donna che non sogni una cabina armadio dove riporre in maniera ordinata i propri vestiti, scarpe e ogni accessorio che possiede dove poter scegliere in un solo colpo d’occhio l’outfit più adatto alla giornata d’affrontare.

Pensate che tutto questo sia un sogno difficile da realizzare?

Anche se vivete in una casa di dimensioni normali, rinunciando ad un vestibolo con tanto di salottino, potrete realizzare uno spazio esclusivo da destinare ai vostri abiti. Seguite i miei consigli!

Progettare la cabina armadio.

cabina-armadio-mansarda-07Lo spazio per una cabina armadio si può ricavare, come è logico, da una porzione della camera da letto, ma se questa non è sufficientemente grande per contenerla, la si può realizzare in una stanza adiacente o all’interno di un disimpegno che serve due camere contigue, in un sottoscala o in mansarda. In ogni caso prevedete uno spazio il più grande possibile per essere certi di avere posto sufficiente per sistemare tutti gli indumenti.

Consiglio di non andare al di sotto dei 2.5 x 1.2 metri. Non preoccupatevi di sacrificare troppo lo spazio della zona letto: la funzione della cabina armadio è quella di ordinare e favorire la fruizione del vostro abbigliamento, quindi il resto della camera dovrà contenere pochi ed essenziali arredi.

cabina-armadio

Le dimensioni e soprattutto la forma dipendono dalla grandezza della stanza e dalla posizione di porte e finestre. La forma preferita è regolare di solito rettangolare o quadrata, ma in alcune occasioni, per sfruttare meglio lo spazio disponibile, si possono scegliere forme meno regolari ed altrettanto efficienti.

cbina aaarma-13

cbina aaarma-12

cbina aaarma-11

cbina aaarma-10

cbina aaarma-9

cbina aaarma-8

Quando possibile, risulta comodo integrare un bagno in camera anche se di dimensioni minime.

cbina aaarma-14

 

cabina-armadioSe lo spazio a vostra disposizione è veramente poco una buona soluzione è quella di sfruttare lo spazio in altezza con delle strutture rialzate che consentono un adeguato sfruttamento dello spazio a disposizione.

Con soffitti più alti di 2,70 m si può far realizzare da un artigiano un letto a soppalco che integri alla propria base la cabina armadio, oppure si può acquistare una soluzione pronta come quella proposta da ABC su Amazon da organizzare e completare con gli accessori giusti.

Costruire una cabina armadio in cartongesso.

6Realizzare una cabina armadio può sembrare dispendioso, ma con un po’ di manualità e le giuste informazioni, non sarà difficile realizzarne una in cartongesso spendendo davvero poco.

Il cartongesso è un materiale facile da lavorare che si presta a molte realizzazioni fai da te, dalle pareti divisorie alle librerie, fino alla realizzazione di cabine armadi.

Una volta definito il progetto della vostra cabina con tutte le misure procuratevi il materiale necessario nelle giuste quantità, tenendo conto che i pannelli misurano generalmente 120 x 200 cm disponibili in diversi spessori, i più usati sono quelli spessi 12, 5 mm. Per calcolare il numero dei pannelli necessari basta dividere la superficie della parete per la superficie del singolo pannello e moltiplicare per i due lati della parete. Calcolate anche un 10% in più per l’inevitabile sfrido.

La struttura che sosterrà i pannelli può essere un’orditura di tavole di legno o di profilati metallici. In ogni caso per determinare la quantità di travetti necessari bisogna calcolare il perimetro della parete e aggiungere i montanti verticali e le traverse orizzontali, tenendo presente che entrambe vanno distanziate di 50-60 cm per formare un’intelaiatura a scacchiera. La sezione dei profili va scelta in base allo spessore della parete che si intende realizzare.

Nel caso di una struttura portante in legno l’assemblaggio verrà fatto con chiodi da carpentiere e angolari di ferro posti nei punti di unione dei vari travetti. Più pratici e funzionali risultano i profili metallici specifici per l’uso. Si tratta di binari ad “U” da impiegare a soffitto e pavimento come profilo guida, in cui alloggiare i profili per i montanti verticali.

Procedimento.

Tracciate sul pavimento la linea dove avete stabilito di costruire la parete e servendovi di un filo a piombo riportatela sulle pareti laterali e sul soffitto. Lungo queste linee fisserete il telaio della struttura portante per mezzo di tasselli ad espansione.

Vi consiglio di fissare la traversa al pavimento con una colla o del silicone in modo che in caso di rimozione futura della parete venga preservata l’integrità del pavimento.

Con due travetti verticali create il vano porta delimitato superiormente da un terzo travetto orizzontale (lunghezza 90 cm), posto tra i due montanti verticali a 216 cm dal pavimento. Realizzato il vano della porta, fissate i montanti verticali alla distanza stabilita (50-60 cm) ponendo tra essi le traverse orizzontali, alla stessa distanza.

Attaccate alla struttura costruita i pannelli di cartongesso iniziando dal soffitto e utilizzando viti autofilettanti da inserire a mezzo centimetro dal bordo e distanziandole tra loro circa 30 cm. Fate attenzione che le teste delle viti risultino a filo della lastra senza sporgere.


Eseguite il montaggio dei pannelli su entrambi i lati della struttura, avendo cura di lasciare tra pavimento e pannelli uno spazio di due centimetri per evitare che questi assorbano umidità, il battiscopa nasconderà lo spazio lasciato.

Per il taglio delle lastre di cartongesso, se non avete l’apposita taglierina, potete utilizzare un cutter con il quale incidere la lastra, con l’ausilio di un listello in legno o una riga metallica. Un colpo deciso sul lato apposto a quello inciso, in corrispondenza dell’incisione e la lastra si dividerà in due parti.


Stuccate e carteggiare le giunture e i fori delle viti autofilettanti. Per evitare che si possano verificare delle crepe è consigliabile applicare del nastro micro-forato lungo le linee di giuntura. Tinteggiate la parete dopo una necessaria mano di fissativo e fissate il battiscopa.

Ricordate per occupare meno spazio possibile, di istallare nella vostra cabina armadio una porta scorrevole a scomparsa, reperibile facilmente in commercio.


Arredamento e organizzazione dello spazio.

garderobnaya25L’arredamento di una cabina armadio si basa fondamentalmente su pannellature fissate al muro alle quali sono agganciati,  ripiani regolabili in altezzaappendiabiti e cassettiere. Non mancheranno accessori come appendiborse, portacravatte e portapantaloni.

Una cabina armadio, se ben organizzata può essere utilizzata non solo per riporre abiti e accessori, ma anche valigie e coperte sfruttando gli spazi in altezza e agli angoli.

Se la cabina armadio è sufficientemente grande può essere adibita alla vestizione vera e propria e in questo caso dovrà essere dotata di alcuni elementi di seduta e di una parete a specchio ben illuminata.

Anche in cabine dallo spazio minimo lo specchio non può mancare. In questi casi può occupare l’intera superficie della porta di accesso. 

Troppo costosa?

Cabina-armadio-angolare-dietro-al-lettoSe avete paura che l’arredamento della vostra futura cabina armadio possa costare troppo, potrete ricorrere per la sua organizzazione interna a scaffali modulari da pochi euro come quelli di ClosetMaid, o di SoBuy venduti insieme ai tanti accessori, entrambi su Amazon. Se volete invece qualcosa di più solido, spendendo un po’ di più avrete un prodotto anche più soddisfacente dal punto di vista estetico con i sistemi proposti da Casiraghi.

La cabina armadio rimane la vera soluzione alternativa ai guardaroba e se non volete metter mani a pannelli e altro ancora potete acquistare una delle tante soluzioni già pronte all’uso, come ad esempio, gli armadi con cabina ad angolo per i quali basta appunto un angolo libero in camera da letto.


 

Se vi piace Questioni di Arredamento, iscrivetevi alla nostra newsletter per essere aggiornati sulle pubblicazioni future.

Riceverete una sola email al mese e potrete disattivare l'abbonamento quando vorrete.

Oppure seguiteci su ... 

Un commento su “Come realizzare una cabina armadio.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.