Come scegliere un quadro per ogni stanza della casa.

Quando si vuole raggiungere un effetto armonioso ed equilibrato, l’arredamento della propria casa richiede sempre particolare attenzione. Sia dal punto di vista del mobilio che dal punto di vista dei complementi d’arredo, necessari per completare il contesto e decorare gli ambienti. Sotto questo aspetto, importantissimi sono i quadri, che devono essere sicuramente di proprio gradimento, ma anche abbinati all’arredamento e adatti al contesto in cui vengono inseriti. Esistono infatti quadri adatti per ciascuna stanza della casa.

scegliere un quadro
Photo by Crew on Unsplash

Scegliere un quadro non è mai semplice: se siete alla ricerca di qualcosa di perfetto per la vostra abitazione non perdetevi questi consigli e date un’occhiata a I Colori del Caribe, un laboratorio artistico che produce quadri moderni e astratti, anche personalizzabili, rigorosamente dipinti a mano.

Scegliere un quadro per l’ingresso.

L’ingresso è una zona importante della casa perché è il primo ambiente che accoglie noi e i nostri eventuali ospiti. Spesso, sbagliando, si dedica poca attenzione a questo spazio. Abbellirlo con dei quadri potrebbe invece essere la soluzione per personalizzare un’ingresso anonimo e senza carattere.

scegliere un quadro
Photo by Jonny Caspari on Unsplash

La scelta può ricadere su quadri che aiutino ad ampliare un ambiente che molto spesso è piccolo, o angusto e poco luminoso. Scegliamo dipinti, ma anche fotografie, di paesaggi luminosi, che possano dare l’illusione di guardare attraverso una finestra. Un’altra idea è quella di selezionare tanti quadri piccoli, colorati e allegri, da appendere in maniera fantasiosa, in modo che si snodino lungo tutta la parete dell’ingresso o del corridoio, così da dare una sensazione di spensierata leggerezza.

I quadri per il salotto.

Il salotto è la zona principale della casa, il cuore, la stanza in cui si trascorre più tempo e dove vengono accolti gli ospiti. Scegliere un quadro per questo ambiente richiede particolare attenzione. In questo caso si può scegliere la riproduzione di un’opera d’autore, sia dipinta a mano che stampata su tela o carta. I soggetti, che si allineano con un arredamento classico ed elegante, possono essere i più disparati. Si potrebbe scegliere un paesaggio suggestivo, come quelli di Van Gogh o di William Turner, nei quali perdersi e fantasticare. Oppure si possono scegliere i classici ritratti, ad esempio quelli celebri di Leonardo, che conferiranno nobiltà e raffinatezza all’ambiente.

La scelta può ricadere anche su un quadro astratto o moderno, più adatto ad un arredamento minimalista o contemporaneo. Il quadro dovrà essere di grandi dimensioni, in modo da diventare il protagonista della sala, occupando per intero una parete, posizionato magari sopra il divano. Anche il quadro astratto potrà essere una riproduzione d’autore, perfette quelle di pittori come Kandinsky o Mondrian.

Quadri in camera da letto.

La tradizione vuole che in camera da letto siano presenti quadri dai soggetti religiosi, che possano “proteggere” gli abitanti della casa durante il sonno. Se questo è il tipo di quadro che si allinea con i vostri gusti e le vostre tradizioni, potrete scegliere diversi temi religiosi: una Sacra Famiglia, una Madonna con bambino o degli angioletti, come quelli celeberrimi estratti dalla “Madonna Sistina” di Raffaello.

Naturalmente il tema religioso non è l’unico che può essere esposto in camera da letto. Oggi la scelta dei soggetti per questi ambienti è meno vincolante e in definitiva dipende esclusivamente dai vostri gusti. Un’idea per scegliere un quadro per la camera da letto potrebbe essere quella di selezionare quadri che in qualche modo richiamino il sonno: “Notte Stellata” di Van Gogh, oppure, il meraviglioso quadro preraffaellita “Flaming June” di Frederic Leighton, sono alcuni esempi.

“Flaming June” di Frederic Leighton. Il quadro rappresenta una ragazza addormentata durante la calura estiva.

Scegliere un quadro per la cucina.

L’ambiente della cucina generalmente richiama alla mente soggetti molto caratteristici, che rispecchino il tema della stanza stessa. Quindi scegliere un quadro per la cucina è abbaztanza semplice: via libera a soggetti come nature morte o che richiamino comunque l’atto del mangiare o del cucinare. Celebre e diffusa è la riproduzione de “Il Mangiafagioli” di Annibale Carracci.

“Il Mangiafagioli” di Annibale Carracci

Quale quadro mettiamo in bagno?

Per finire questa rassegna di consigli, anche per il bagno, una stanza con funzione specifica come la cucina, bisogna scegliere un quadro che si adegui al contesto. Molto adatti sono i soggetti che prevedono la presenza dell’acqua, come i paesaggi fluviali o marittimi.

scegliere un quadro
“Bathers” di Fernando Botero (1980s) https://br.pinterest.com/pin/426082814726276559/

Si possono scegliere anche dei quadri con soggetti umani: dei bagnanti o dei nudi artistici. A proposito un’idea divertente sono i dipinti delle serie “il bagno” e le “bagnanti” di Fernando Botero.

DMCA.com Protection Status

Testo di proprietà dell'autore. Tutte le immagini presenti in questo post, se non diversamente specificato, provengono dai siti pixabay.com unsplash.comoppure si tratta di immagini prelevate da PinterestNel caso in cui la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatelo ed essi saranno immediatamente rimossi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: