Corretto abbinamento dei colori.

abbinamento-dei-colori-001Nell’arredamento il corretto abbinamento dei colori di pareti, mobili, pavimenti, accessori tessili e complementi d’arredo, è di fondamentale importanza per avere un risultato eccellente. 

Scegliere i colori per l’arredamento di casa, unicamente trasportati dalle vostre emozioni è sbagliato perché vi può portare ad accostamenti cromatici errati.

Gli abbinamenti di colore possibili sono tantissimi e il rischio di fare un guazzabuglio di colori è concreto. Trovare le giuste combinazioni non è semplice, se non volete rischiare tavolozze poco azzeccate vi consiglio di leggere questo articolo.

Abbinamento dei colori e progetto cromatico.

I colori, per la loro capacità d’influenzare gli stati d’animo, nella decorazione d’interni vanno scelti con cura ed è per questo necessario mettere a punto un progetto cromatico con cui coordinare il colore dei vari elementi che verranno inseriti nel vostro ambiente.

 

 

abbinamento-dei-colori-009A prescindere dei vostri gusti e preferenze, il progetto dovrà tenere conto di alcuni importanti fattori quali:

  • lo stile dell’arredamento;
  • la qualità della luce diurna;
  • forma e dimensioni degli ambienti.

 

 

 

 

Colore dominante.

abbinamento-dei-colori-005La tavolozza di un progetto cromatico ha come riferimento principale un colore dominante la cui scelta dipende dallo stile che avete scelto per il vostro arredamento e non può essere deciso solo secondo i vostri desideri.

Con un arredamento moderno o minimalista i colori da preferire sono quelli dai toni freddi, grigi e bianchi in primis. I toni caldi, invece si sposano meglio con l’arredamento classico.

 

Tenete conto che un perfetto abbinamento dei colori si ottiene impiegando al massimo tre colori. Di questi al colore dominante possiamo assegnare una percentuale di utilizzo dell’80%, al secondo e al terzo colore rispettivamente possiamo dare un valore del 15% e del 5%.

Una soluzione semplice per scegliere il colore dominante della vostra tavolozza colori è quello di tenere come riferimento il colore di alcuni arredi in particolare, ad esempio quello del divano e scegliere una tinta in tono, più chiara o più scura a seconda dei casi, con cui imbiancare le pareti della stanza.

L’alternativa può essere un colore a contrasto, ma bisogna essere certi di ciò che si sta facendo. Se non siete sicuri della vostra scelta vi consiglio comunque di evitare colori dai toni troppo squillanti.

 

Accenti cromatici.

abbinamento-dei-colori-004Tenete conto che l’oggettistica e gli accessori tessili aggiungono una nota di colore nell’arredamento. Tende, cuscini, coperte, tovaglie, copriletti, lenzuola, tappeti ecc…, devono essere scelti coerentemente al progetto.

Se nella stanza sono presenti tappezzerie e tessili con fantasie particolarmente estrose e colorate è bene che le pareti abbiano una colorazione più sobria. Viceversa potete sbizzarrirvi con colorazioni e decorazioni più vistose su una o più pareti.

 

Luminosità degli ambienti.

abbinamento-dei-colori-002La quantità di luce naturale che illumina gli ambienti e l’orientamento delle stanze rispetto al sole sono due fattori che condizionano la scelta e l’abbinamento dei colori.

In generale le tonalità scure vanno evitate nelle abitazioni poco raggiunte dalla luce naturale al contrario in ambienti molto luminosi si possono osare anche tinte forti.

 

Riguardo all’orientamento delle stanze rispetto alla luce solare tenete conto che:

  • Le stanze disposte a Nord, sono poco esposte al sole, ragione per cui, per rendere gli ambienti più luminosi, sono da preferire colori caldi nelle tonalità più chiare.
  • Gli ambienti illuminati dalla forte luce solare proveniente da Sud, è meglio che si “rinfreschino” con tinte fredde.
  • Ad Est sono più adatte tonalità neutre come i grigi più caldi, gli avori e le tonalità del beige.
  • Nelle stanze orientate verso Ovest, occorre bilanciare il rossastro della luce del tramonto che le illumina. Sono da preferire delle tinte neutre dai toni freddi.

 

Forme e volumi.

abbinamento-dei-colori-003I colori influenzano anche la percezione delle forme degli oggetti e del loro volume. I colori chiari rendono visivamente più grande un ambiente angusto. Viceversa i toni più scuri rendono un ambiente grande più accogliente.

I colori, se usati sapientemente, permettono di mettere in risalto le qualità di una stanza e di attenuarne eventuali difetti, cioè possono modificare la percezione degli spazi.

Ad esempio, si può “abbassare” l’altezza del soffitto tinteggiandolo con un colore scuro, oppure, si può correggere la prospettiva di un corridoio troppo lungo “avvicinando” la parete in fondo al corridoio con un colore a contrasto con le altre.

Abbinamento dei colori – disco cromatico di Itten.

abbinamento-dei-colori-cerchio-cromaticoUno strumento valido per definire accostamenti cromatici ben armonizzati è il disco cromatico inventato da Johannes Itten. Il disco mostra in maniera ordinata le relazioni che esistono tra i colori. 

In un triangolo al centro del disco sono rappresentati i colori primari, cioè il giallo, il rosso e il blu. All’esterno del triangolo vi sono i colori secondari che si ricavano dalla combinazione dei tre primari e precisamente: il verde (giallo + blu), l’arancio (giallo + rosso) e il viola (rosso + blu).

La corolla esterna del disco è formata da dodici settori, dove sono presenti tutti i colori compresi quelli terziari, cioè quelli ottenuti dall’unione dei colori contigui, ad esempio il tono di giallo-verde risultante dalla unione dei colori verde e giallo.

abbinamento-dei-colori-007

Secondo la teoria dei colori elaborata da Itten si possono ricavare tre metodi per un abbinamento dei colori armonioso ed equilibrato.

  1. Tono su tono. È un abbinamento dei colori realizzato con quelli che hanno tonalità in comune. Aggiungendo il bianco o il nero ad ogni colore dei dodici settori si ottengono infinite tonalità più chiare o più scure. È la tecnica di decorazione conosciuta in Francia con il nome di camaieu.
  2. Contrasto di tinte. Si tratta di sfruttare il contrasto generato dall’abbinamento dei colori che nel cerchio esterno si trovano diametralmente opposti detti complementari. Il risultato di tali abbinamenti crea ambienti dall’atmosfera vivace. I contrasti vanno usati con cautela perché il rischio di esagerare è sempre in agguato, ma se gestiti bene permettono di dare una forte personalità alla stanza. Le tonalità più forti possono essere addolcite se accostate ai bianchi e alle tinte neutre che danno maggiore luminosità all’ambiente.
  3. Colori contigui. Abbinamento dei colori in perfetto equilibrio perché realizzato con quelli adiacenti dei settori del disco cromatico, o tonalità di esse. Spesso si adoperano tavolozze che includono i soli colori freddi o solo quelli caldi. I colori freddi sono quelli nella cui combinazione è presente il blu, gli altri contenenti gialli e rossi sono definiti colori caldi.

 

abbinamento-dei-colori-008

Adesso che sapete come realizzare un progetto cromatico per il vostro arredamento potete sbizzarrirvi a trovare l’abbinamento dei colori che preferite per realizzare ambienti personalizzati ed eleganti, ma tenete anche conto dell’effetto psicologico che i colori hanno sull’uomo: alcune tinte possono essere eccitanti, altre viceversa meno stimolanti possono essere più rilassanti.

 

 

Per sapere quali colori sono più adatti alle diverse stanze della casa a seconda delle attività che vi si compiono, leggete il mio articolo: Scegliere il colore giusto per le pareti.

 

4 commenti su “Corretto abbinamento dei colori.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: