Cosa fare se la lavatrice odora di muffa.

Cosa fare se la lavatrice odora di muffa.
3.5 (70%) 2 votes

lavatrice-odora-di-muffaLa lavatrice odora di muffa, o peggio ancora di marcio? Può accadere di avvertire cattivi odori aprendo l’oblò della lavatrice e che la biancheria non profumi più di pulito, anzi emana odori sgradevoli. Questo certo è fastidioso, ma come fare per eliminare questo inconveniente? Seguite i consigli indicati in questo articolo e tornerete ad avere bucato e lavatrice perfettamente igienizzati e profumati.

Risolvere il problema della lavatrice maleodorante è necessario, non solo per eliminare il fastidio dei cattivi odori, ma anche perché le muffe, oltre che a peggiorare la qualità del bucato, sono pericolose per la vostra salute e possono danneggiare l’elettrodomestico.

Perché la lavatrice odora di muffa?

Non è insolito che le casalinghe per risolvere questo problema cambino il detersivo abitualmente usato, imputando ad esso la responsabilità del bucato maleodorante. Purtroppo questo non è risolutivo, perché la causa dei cattivi odori non è il detersivo, ma la muffa che si forma nelle parti più recondite dell’elettrodomestico. Nelle anse delle guarnizioni in gomma dell’oblò, dentro il cestello, ed in alcune parti inaccessibili della lavatrice che possono rimanere bagnate a fine lavaggio.

A generare la muffa sono i ristagni di acqua  e i residui di sporco trattenuti all’interno della lavatrice. Per questo motivo una manutenzione periodica del macchinario è necessaria.

Come eliminare gli odori di muffa.

Per eliminare odori di muffa e di acqua stagnante dalla lavatrice, si può agire prontamente secondo le indicazioni e i consigli qui elencati.

Pulizia delle guarnizioni e del cestello.

Pulite per bene la guarnizione sullo sportello e all’interno dell’oblò eseguendo questa procedura.

  1. Con un panno umido eliminate la sporcizia superficiale.
  2. Utilizzate uno straccio, o un vecchio asciugamano, imbevuto di una soluzione d’acqua tiepida e candeggina in parti uguali, da posare per circa mezz’ora nell’intercapedine della guarnizione dove è presente la muffa.
  3. Una volta ammorbidito lo strato di muffa, eliminate tutti i residui servendovi di uno spazzolino.
  4. Lavate gli stracci utilizzati in lavatrice con un ciclo di lavaggio con candeggio a 60° C .
  5. Per igienizzare guarnizioni e cestello, eseguite un secondo ciclo a vuoto a 90° C, mettendo due bicchieri di aceto nella vaschetta di dosaggio dei detersivi.

Questo procedimento annienta la muffa e i cattivi odori, ma per una pulizia più profonda occorre effettuare altre operazioni.

Pulizia del cassetto detersivi.

La formazione di cattivi odori può verificarsi anche a causa dei residui di detersivo che si depositano all’interno della vaschetta di dosaggio. Questa andrebbe pulita almeno una volta al mese.

  1. Estraete completamente il cassettino di dosaggio dal suo alloggio per poterlo immergere a bagno in una soluzione di acqua calda, sapone per i piatti e bicarbonato.
  2. Lasciate in ammollo per 30 minuti e con uno spazzolino eliminate ogni traccia di sapone e sporcizia.

Pulizia del filtro della lavatrice.

Una volta smontato il filtro della lavatrice, lavatelo sotto l’acqua corrente e rimuovete i residui con uno spazzolino.

Per evitare l’accumulo di calcare e sporcizia utilizzate uno specifico anticalcare ad ogni lavaggio. Una soluzione di acqua e acido citrico al 20% svolge un ottima azione anticalcare, oltre che essere un ammorbidente naturale ancora più ecologico dell’aceto.

Se, avete svolto diligentemente le procedure sopra indicate, e nonostante tutto la lavatrice odora di muffa ancora, allora è necessaria una pulizia profonda della lavatrice. Anche dei filtri e dei tubi di carico e scarico dell’acqua. In questo caso però è meglio utilizzare dei prodotti specifici per la pulizia completa della lavatrice, come indicato alla fine di questo articolo.


Come prevenire i cattivi odori nella lavatrice.

La prevenzione è fondamentale per non trovarsi di fronte ad un emergenza, quindi fate vostre queste buone abitudini.

  • Usate le giuste quantità di detersivo durante i lavaggi. Mettere troppo detersivo e ammorbidente a lungo andare causa un accumulo nelle guarnizioni che generano muffe e cattivi odori.
  • Poiché muffe e batteri prolificano in un ambiente chiuso e umido, è consigliato lasciare dopo ogni lavaggio l’oblò della lavatrice aperto per potersi asciugare all’interno.
  • Passate un panno asciutto dentro la lavatrice per eliminare ogni piccolo residuo di acqua. Asciugate per bene anche la parte interna del vetro dell’oblò e le guarnizioni dopo ogni lavaggio.
  • Per evitare un eccesso di umidità all’interno della lavatrice, svuotate la lavatrice dai panni lavati nel più breve tempo possibile.
  • Mettete un cucchiaio di bicarbonato di sodio nel cassetto del detersivo dopo ogni lavaggio. Assorbirà gli odori anche al carico successivo.
  • L’aceto elimina l’odore e uccide la muffa. Si può aggiungere aceto al ciclo di lavaggio o durante la fase di risciacquo. In questo caso funge anche da ammorbidente naturale.
  • Disinfettate periodicamente la lavatrice come spiegato di seguito.

Come disinfettare la lavatrice.

lavatrice-odora-di-muffaLa lavatrice richiede una manutenzione periodica che consiste in una specifica pulizia e disinfezione dell’elettrodomestico. Questa è utile, non solo a tenere lontani i cattivi odori, ma anche a far durare a lungo il prezioso elettrodomestico.

La pulizia della lavatrice andrebbe eseguita almeno una volta ogni due mesi, ma purtroppo nessuno si ricorda di farlo.

Ciclo di disinfezione.

  1. Programmate un lavaggio a vuoto a 90°C e avviate la lavatrice.
  2. Quando il programma arriva al caricamento dell’acqua, mettete nel cassetto dei detersivi un misurino di candeggina.  Per incrementare la pulizia potete aggiungere anche dell’aceto.
  3. Allo scopo di evitare danni ai capi del prossimo lavaggio, è consigliato eseguire un altro lavaggio a vuoto (stavolta a bassa temperatura) per eliminare eventuali residui di candeggina che danneggerebbero i capi scuri o colorati.
  4. Alla fine pulite con dell’alcol le guarnizioni dell’oblò e la parte interna dell’oblò trasparente.

Uso di prodotti specifici.

Almeno due volte l’anno è bene eseguire la pulizia profonda della lavatrice. Per far questo occorre utilizzare dei prodotti specifici che rimuovono ogni tipo di sporco anche da condutture e filtri difficili da pulire.

Consigliato è l’Electrolux Care Super-Clean, acquistabile su Amazon in confezioni per due trattamenti. Questo prodotto permette l’eliminazione dei cattivi odori e la disinfezione di tutti i componenti inaccessibili della lavatrice.

Electrolux Care Super-Clean sgrassa e igienizza a fondo la lavatrice ed esiste anche in versione anticalcare utile per chi ha in casa un acqua molto dura.


Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.

Usate i commenti per i vostri dubbi e le vostre domande riguardo questo articolo.

Non dimenticate di condividerlo con i vostri amici.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.