2015-08-08 20.18.53

Cuciniamo insieme.

20160402_213049Oltre a progettarle, le cucine mi piace anche usarle e in queste pagine voglio condividere con voi una delle mie passioni, le mie ricette e i miei “esperimenti culinari”. 

Vi chiederete cosa hanno a che fare delle ricette di cucina con l’arredamento di casa, ma questo non deve sembrarvi strano, esiste un nesso logico tra arredamento e preparazione dei cibi. Prendersi meticolosamente cura della propria casa senza avere le giuste attenzioni per chi vi abita che senso avrebbe? “Abitare” dopotutto significa avere “consuetudine” di uno spazio vissuto con amore e condiviso con la propria famiglia. La casa racconta del nostro vissuto, del nostro sapere, del nostro modo di “essere”, è il luogo dove ci prendiamo cura non solo di noi stessi, ma anche degli altri e quando questa è aperta agli amici diventa anche il luogo dell’accoglienza, dell’ospitalità. In definitiva, il luogo dove ci prendiamo cura della vita, perché abitare non significa semplicemente “stare” in un luogo, ma soprattutto “esserci” per vivere.

Se la consuetudine dello spazio-casa si realizza con la sua personalizzazione attraverso l’arredamento, si può considerare la preparazione dei cibi l’atto dove maggiormente si condensa il prendersi cura di se stessi e della propria famiglia, un atto d’amore verso coloro che consumeranno quel pasto preparato con cura, siano essi i familiari con cui viviamo o gli amici con cui condividere il tempo libero. Cucinare è l’amore della mamma per i propri figli, la mano di un padre che accarezza un bimbo che dorme sicuro della sua protezione. Per questo in cucina non si può essere superficiali o poco attenti, gli ingredienti devono essere scelti con perizia e di persona, la preparazione del cibo deve avvenire senza fretta e con tutto l’amore possibile.

La riuscita di un buon piatto non dipende da una ricetta da seguire per filo e per segno, ma dal tempo e dall’amore che dedicherete per prepararlo.

La mia cucina.

20150602_115523-01

Se volete conoscere di più di un paese straniero, cominciate dalla sua cucina. La cucina ci racconta di usi millenari, di tradizioni, di prodotti locali unici, vere espressioni della cultura locale.

4827_1114173586228_8078634_nLa mia cucina è tradizionale, mediterranea. Lascio che la fantasia prevalga sugli schemi rigidi dei ricettari, che contamini i piatti tradizionali che preparo con le cose conosciute in luoghi lontani dalla mia terra. Una cucina in divenire perché tanti ancora sono i tesori da scoprire. 

In fondo non poteva essere che così, i sapori che ricordo e a cui sono ancora legato, sono quelli della cucina di mamma, quella dei nonni, quelli della cucina popolare siciliana di per se intrisa della cultura dei popoli che si sono stabiliti nei secoli nella mia terra. 4827_1114173266220_331472_nAncora oggi i mercati dell’isola son un esempio di integrazione delle diverse etnie e culture che accoglie: i mercati offrono le mercanzie più disparate: prodotti locali si mescolano a “nuovi ortaggi” e “antiche spezie”; la cucina di strada, quella più povera, quella della tradizione, incontra nuovi sapori e nuovi consumatori. Una cucina etnica dall’origine, perché in essa è ancora viva l’integrazione delle culture e dei popoli, quelle dei luoghi più remoti e meno conosciuti, ma proprio per questo più emozionanti da scoprire.

Le mie ricette sono il frutto di prove infinite, ricette messe a punto grazie alle conversazioni amichevoli con cuochi e massaie che mi hanno rivelato i loro piccoli segreti, qualcuna rivisitata con qualche piccola idea personale e altre completamente reinventate, sarà piacevole condividerle con voi. Adesso cuciniamo insieme!


Ricette

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.