Detersivi lavatrice fai da te efficaci.

Tutte le ricette dei detersivi lavatrice fai da te veramente efficaci ed ecologici.

Avrete certamente già sentito qualcuno lamentarsi che i detersivi auto-prodotti non funzionino a dovere, anziché gettare la spugna perché non insistere nel ricercare, conoscere e sperimentare per proteggere il pianeta e risparmiare denari? Qui vi spiego come preparare e usare i detersivi lavatrice fai da te che funzionano davvero.

Va ricordato che le sostanze inquinanti presenti nei detersivi tradizionali, rimangono sui panni dopo il lavaggio e si trasferiscono sulla nostra pelle causando irritazioni e danno per la nostra salute. Questa è una ragione in più per provare a far da se un detersivo lavatrice ecologico e sicuro.

Considerato che i tipi di lavaggio in lavatrice sono, a seconda dei capi da lavare, diversi uno dall’altro, non possiamo considerare un unico detersivo valido per tutte le situazioni di lavaggio. Per questo trovate in questo post una ricetta base di detersivo liquido per lavatrice a cui è possibile, a seconda dei casi, aggiungere degli additivi, anche questi auto-prodotti.

Detersivo liquido per lavatrice.

In questa ricetta, come in tante che si trovano sul web, la base è costituita da un ingrediente che può essere auto prodotto: il Sapone di Marsiglia. Benché questo sia ottimo per pre-trattare il bucato, non può impiegarsi da solo per il lavaggio in lavatrice. Infatti, il sapone sciogliendosi in acqua si lega ai sali di calcio e magnesio, normalmente presenti nell’acqua, per formare dei sali insolubili che, depositandosi sui panni, li rendono ingrigiti e maleodoranti. Tale fenomeno si verifica ancor di più se l’acqua di casa è dura.

Al sapone di Marsiglia, perché funzioni davvero, occorre aggiungere un sequestrante naturale, come il citrato di sodio, in grado di catturare i sali di calcio e magnesio, ed un efficace tensioattivo, che in questa ricetta è rappresentato dal detersivo per i piatti ecologico, ma vediamo quali sono tutti gli ingredienti di questa preparazione:

Ingredienti per fare due litri di prodotto.

  • 30 g sapone di Marsiglia commerciale o 50 g di quello auto-prodotto.
  • 30 g di bicarbonato di sodio. Questo ingrediente svolge un’azione oltre che deodorante, alcalinizzante agevolando la rimozione dello sporco.
  • 20 g di carbonato di sodio. Comunemente conosciuto come Soda Solvay, il carbonato di sodio esercita un’azione alcalinizzante,  igienizzante e sgrassante capace di rimuovere lo sporco più ostinato.
  • 20 g di fecola di patate. Questo ingrediente serve a favorire l’amalgama degli ingredienti. Funge da anti-agglomerante delle polveri dei vari ingredienti ed evita che quelle più pesanti si depositino sul fondo, allo stesso tempo addolcisce l’acqua aiutando cosi il lavaggio.
  • 500 ml detersivo per i piatti ecolabel.  Senza questo ingrediente è impossibile realizzare un detersivo lavabiancheria fai da te veramente efficiente, poiché garantisce l’apporto dei tensioattivi, in questo caso di origine vegetale, fondamentali per l’azione pulente del detersivo.
  • 1.5 l d’acqua demineralizzata. Quella riciclata dai condizionatori o dai deumidificatori è perfetta per quest’uso.
  • 20 ml di alcol etilico. L’azione dell’alcol non influisce sul lavaggio, ma serve solo come conservante. Si può usare l’alcol denaturato, ma tuttavia è meglio usare l’alcol da cucina perché incolore e inodore.
  • 10 gocce di olio essenziale di lavanda. L’uso di essenze profumanti è facoltativo, potete usare quelle che più gradite.
  • 10 gocce di olio essenziale di tea tree oil. Anche l’impiego di quest’olio essenziale è facoltativo serve a conferire proprietà igienizzanti al detersivo.

Preparazione.

  1. Riducete a scaglie il Sapone di Marsiglia (la ricetta per prepararlo in casa la trovate qui) con una grattugia per verdure, fino a giungere alla quantità richiesta.
  2. Aggiungete al sapone la quantità prevista di bicarbonato e quindi nell’ordine, la Soda Solvay, la fecola di patate.
  3. Mettete le polveri in una pentola e mescolatele bene tra loro, aggiungendo l’acqua poco alla volta, non preoccupatevi se si formano dei piccoli grumi.
  4. Mettete la pentola sul fuoco e scaldate il liquido per sciogliere bene gli ingredienti.
  5. Portate ad ebollizione, mescolando di tanto in tanto.
  6. Una volta raggiunta l’ebollizione, spegnete e lasciate per 10 minuti a riposare coprendo la pentola con un coperchio.
  7. Mentre il liquido è ancora a caldo, aggiungete il detersivo per i piatti e mescolate piano per evitare che si formi troppa schiuma.
  8. Coprite e lasciate riposare per 20 ore.
  9. Aggiungete l’alcol e, se lo desiderate, gli oli essenziali e omoggenizzate il tutto servendovi di un frullino ad immersione.
  10. Attendete trenta minuti per fare abbassare la schiuma che si è formata frullando il detersivo e poi riempite il flacone da due litri.

Usi e modalità d’impiego.

Questo detergente si conserva a lungo, senza problemi, impiegatelo a seconda delle necessità usando un tappo dosatore per ogni 5 kg di bucato. Se la vostra lavabiancheria ha un carico maggiore regolate la quantità in proporzione.

Importante! Per la riuscita del bucato, a questo detersivo bisogna aggiungere prima dell'uso, un paio di cucchiai di sodio citrato che funge da sequestrante.

Come preparare il sodio citrato in casa lo leggete qui!

Per una migliore riuscita del bucato e per ridurre la quantità di detersivo da impiegare è bene trattare preventivamente le macchie più evidenti con Sapone di Marsiglia in questo modo: bagnate il capo da lavare, passate il sapone sulla macchia e strofinate prima di metterlo in lavatrice.

Per lo stesso scopo, usate la pallina dosatrice all’interno del cestello. Grazie all’effetto meccanico di sfregamento, il bucato viene meglio e si risparmia fino al 20% di detersivo.

Ricette per additivi da usare a seconda del lavaggio da effettuare.

Qui sono descritte le ricette di alcuni additivi da aggiungere ad ogni lavaggio insieme al detersivo da bucato per potenziarne gli effetti. Gli additivi vanno impiegati al posto del sequestrante.

Additivo per capi chiari e tessuti resistenti.

Un additivo da usare per capi bianchi con tessuti robusti per lavaggi con temperature da 40 a 60 gradi.

Ingredienti. 

  • 250 g di sodio citrato in polvere, un sequestrante ecologico.
  • 350 g di bicarbonato di sodio.
  • 150 g di carbonato di sodio, anche detto Soda Solvay
  • 100 g di percarbonato di sodio, un agente sbiancante eco-compatibile, sostituto ideale della candeggina che è invece molto inquinante.
  • 150 g di fecola di patate.

Procedimento.

Versate le polveri dentro una terrina capiente e mescolatele bene tra loro. Conservatele in un barattolo ermetico.

Utilizzo e dosi.

La dose da impiegare è di 20 g per 5 kg di bucato. Se la vostra lavatrice ha un carico più alto calcolate in proporzione la dose adatta.

ATTENZIONE! Non utilizzate questo additivo per lavare capi delicati in lana o seta. Il carbonato di sodio e il percarbonato di sodio potrebbero indurire e seccare i tessuti rovinandoli.

Additivo per capi colorati e delicati.

Ingredienti.

Procedimento, utilizzo e dosi come precedente.

Consigliato per tutti i tipi di lavaggio l'aggiunta nella vaschetta dell’ammorbidente 50 ml di soluzione in acqua distillata di acido citrico al 15% per avere un bucato oltre che pulito anche morbido.

Tutte le ricette con l’acido citrico potete leggerle qui!

DMCA.com Protection StatusTesto di proprietà dell'autore. Tutte le immagini presenti in questo post, se non diversamente specificato, provengono dai siti pixabay.com unsplash.comoppure si tratta di immagini prelevate da PinterestNel caso in cui la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatelo ed essi saranno immediatamente rimossi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: