Isolamento acustico dell’ambiente domestico.

Isolamento acustico dell’ambiente domestico.
4 (80%) 4 votes
isolamento-acustico
StockSnap / Pixabay

I motivi per cui si può desiderare un migliore isolamento acustico del proprio ambiente domestico possono essere tanti, primo fra tutti la necessità di proteggersi dall’inquinamento acustico.

In questo articolo è descritto cosa è possibile fare per isolare acusticamente casa, sia dai rumori provenienti dall’esterno, che da quelli provenienti dai propri vicini.

Rumori molesti e inquinamento acustico.

isolamento-acustico
GregReese / Pixabay

I rumori sono onde sonore percepite dal nostro orecchio come sgradevoli e fastidiose. Quelli che provengono dall’interno delle abitazioni come: conversazioni, urla, audio TV, musica, cani che abbaiano, così come i rumori provocati dal calpestio, dallo spostamento di mobili, o dalla caduta di oggetti, ma anche a quelli prodotti da impianti idrici e elettrodomestici, ed infine, il frastuono proveniente dal traffico di automobili e mezzi pesanti all’esterno dell’abitazione, sono i maggiori responsabili dell’inquinamento acustico a cui sono permeabili molte delle abitazioni esistenti, perché non protette a sufficienza.

In effetti, quando si costruisce un edificio la prima preoccupazione è quella di isolare termicamente gli ambienti, trascurando in molti casi il loro comfort acustico, eppure, avendo l’inquinamento acustico conseguenze negative sulla salute, non andrebbe sottovalutato. Esso, in quanto fonte di stress aumenta l’irritabilità degli individui e può essere causa di problemi cardiovascolari.

Isolamento acustico, cosa fare.

Va anche detto che un buon isolamento acustico generalmente garantisce anche un buon isolamento termico, mentre non sempre è vero il contrario. Ad esempio, materiali come il poliuretano ed il polistirolo espanso, molto usati per l’isolamento termico, non assicurano coibenza acustica efficace.

Un adeguato isolamento acustico è il modo più efficiente per proteggersi dai rumori molesti e dall’inquinamento acustico. Oltre a massimizzare il comfort acustico della vostra casa, un buon isolamento acustico, può giovare alla vostra qualità della vita e a quella dei vostri vicini, consentendo di vivere in piena libertà gli spazi abitativi senza che le attività che vi si compiono, anche quando rumorose, arrechino disturbo.

A seconda dei casi, si possono scegliere interventi radicali, consigliabili solo se realizzati nell’ambito di una ristrutturazione, oppure optare per interventi meno complessi e più veloci, mirati a migliorare il comfort acustico di una specifica stanza. Ad esempio, per difendersi dai rumori esterni si può agire sulle pareti perimetrali, ma fondamentale sarà ottimizzare gli infissi, mentre per mitigare i rumori provenienti dal vicinato, si può operare su pareti divisorie e soffitto.

Riduzione dei rumori provenienti dall’esterno.

Per risolvere il problema dell’inquinamento acustico proveniente da strade, traffico aereo, ferrovie, locali notturni ecc… occorre isolare acusticamente le finestre, visto che generalmente le pareti perimetrali sono già abbastanza isolate acusticamente.

Ecco cosa fare:

  1. Un’accurata ispezione dei serramenti è utile per rivelare eventuali difetti di tenuta stagna del telaio.  Basta la presenza di un interstizio, anche minimo, nelle porte e nelle finestre perché tutti i rumori che si propagano per via aerea si infiltrino. Tali interstizi possono essere occlusi usando una resina indurente per sigillare.
  2. Oltre l’insonorizzazione del serramento è fondamentale anche l’isolamento del cassonetto della serranda. Questo rappresenta un punto debole, poiché lascia passare tutti i rumori. Inserite uno specifico pannello in materiale fonoassorbente all’interno e sigillate i giunti del cassonetto con il silicone per isolarlo come si deve.
  3. Prendete in considerazione la sostituzione dei normali vetri con quelli a doppio vetro, meglio se di tipo asimmetrico cioè con vetro da 10 mm, 10 mm d’intercapedine d’aria e vetro da 4 mm.
  4. Potrebbe essere necessario per installare i vetri camera sostituire del tutto gli infissi. Se decidete di farlo, vi ricordo che è meglio scegliere quelli realizzati con materiali fonoassorbenti, come il PVC e l’alluminio. Tenete conto che generalmente gli infissi con un buon isolamento termico hanno anche una buona coibenza acustica.
isolamento-acustico
blickpixel / Pixabay

Nelle abitazioni esposte a considerevoli fonti di rumore, come ad esempio quelle vicine agli aeroporti, occorrerà isolare oltre alle finestre, anche il tetto.

Questo tipo di opere sono realizzate generalmente da imprese specializzate e possono prevedere lavori all’esterno dell’abitazione oltre che la posa nel sottotetto di isolanti specifici come la lana di roccia o la lana di vetro.

Come ridurre i rumori generati all’interno dell’abitazioni.

Per smorzare e ridurre i rumori emessi all’interno dell’appartamento, vale a dire quelli che si propagano sia per via aerea che quelli da impatto, s’impone l’uso di materiali pesanti perché con un maggior potere fonoisolante rispetto ai materiali leggeri. Ad esempio, una parete realizzata con mattoni pieni è più isolante rispetto ad una in cartongesso. Per interrompere la propagazione dei suoni la dove fosse necessario è possibile ricorrere ad uno o più tipi di intervento.

Difendersi dai rumori provenienti dal vicinato.

Se sentite nel vostro appartamento tutto ciò che dicono i vostri vicini, o sentite camminare quelli del piano di sopra, questi sono gli interventi da mettere in opera:

  1. Realizzate un armadio a muro in MDF lungo la parete di confine. Un’ ottima soluzione, quando realizzabile, perché grazie alla densità dell’MDF e all’intercapedine d’aria che si crea, il rumore sarà ben attutito, senza contare la possibilità di poter sfruttare lo spazio contenitivo dell’armadio. guadagnare spazio nella stanza!
  2. Realizzare una controparete di cartongesso a ridosso della parete che vi separa con il vostro vicino. Per realizzare una controparete di questo tipo si possono incollare direttamente sul muro dei pannelli di cartongesso preassemblati in fabbrica con all’interno delle lane minerali, oppure potrete costruirla sul posto con una struttura a sandwich costituita da due lastre di cartongesso con all’interno un materiale poroso fonoassorbente. Se eseguirete voi stessi questo lavoro, fate attenzione a sigillare bene le giunzioni tra un pannello e l’altro.
  3. La porta d’ingresso con caratteristiche isolanti è utile per mitigare i rumori provenienti dalla tromba delle scale o dall’androne. Soprattutto se la porta d’ingresso dell’abitazione si apre direttamente su una stanza, è bene che questa sia pesante ed a tenuta stagna, cioè dotata di battuta per la soglia e di guarnizioni in gomma.
  4. Un isolamento acustico del soffitto per mezzo di un controsoffitto riesce a smorzare i rumori provenienti dal piano di sopra. Importante è inserire al suo interno dei pannelli di materiali fonoassorbenti. Tuttavia visto che i rumori da impatto, come il rumore da calpestio, si propagano anche lungo le pareti vicine, per avere una reale efficacia sarà comunque necessario intervenire anche sulle pareti interne.

Evitare disturbi acustici al proprio vicino.

isolamento-acusticoPer vivere in libertà la propria casa è opportuno che le diverse attività che vi si compiono non siano conflittuali tra loro. Ad esempio è bene che apparecchi elettronici, musica, TV ecc… non disturbino le ore di riposo o di relax dei vostri familiari, ma anche dei vostri vicini. È possibile prendere delle contromisure, per poter praticare in casa i vostri hobby, anche quando sono rumorosi, oppure per poter silenziare quei rumori che possono essere fastidiosi per il prossimo.

Ovviamente le soluzioni dell’isolamento di pareti e soffitti dei paragrafi precedenti sono utili ad evitare anche la propagazione di rumori verso il vicinato.

Quello che si può ulteriormente fare.

  1. Isolare il pavimento per attutire il propagarsi al piano di sotto i rumori da calpestio, è possibile grazie ad interventi che prevedono l’installazione di un  materassino isolante con un massetto in calcestruzzo indipendente dal pavimento. Questo intervento è certamente quello che offre il risultato migliore, ma non è di semplice realizzazione, tuttavia ottimi risultati si possono ottenere anche con soluzioni più economiche e più semplici da adottare, come la posa di pavimenti in PVC, o in gomma naturale, o ancora è possibile la posa, sopra il vecchio pavimento, di un pavimento flottante in lamine di legno sotto il quale viene posato un materassino isolante in materiale resiliente.
  2. Ridurre i rumori di impianti e di apparecchiature è utile per avere un comfort acustico ideale in casa. Il rumore dei rubinetti o dello sciacquone può essere ridotto utilizzando specifici modelli insonorizzati. Invece per le condutture basta diminuire la pressione dell’acqua. Un ulteriore consiglio è quello di acquistare ettrodomestici con livelli di rumorosità bassi e di silenziare il più possibile dispositivi elettronici come i PC.
  3. Usare dei pannelli acustici fonoassorbenti per insonorizzare una stanza, può essere molto utile se tra le vostre passioni c’è la musica e l’Home Cinema. I panelli fonoassorbenti soddisfano la necessità di non disturbare i vicini o altre attività che si compiono nelle stanze attigue. In oltre riescono ad ottimizzare la diffusione dell’audio emesso dall’impianto Hi-Fi. I pannelli fonoassorbenti più comuni sono quelli a bugnato di forma quadrata con lato di 50 cm e uno spessore non inferiore a 5 cm. Ne esistono anche di tipo decorativoAlcuni di essi sono autoadesivi, quelli senza adesivo vanno applicati con una colla specifica fonoassorbenteA differenza degli altri sistemi di isolamento acustico, questi pannelli sono a vista e se opportunamente disposti possono diventare un elemento particolarmente presente dell’arredamento.
  4. L’utilizzo degli intonaci fonoassorbenti è raccomandato per l’eliminazione del riverbero negli spazi grandi, di teatri, sale convegni e auditorium. Il suo uso è consigliato anche per la correzione acustica degli ambienti domestici. Ad esempio nelle case di concezione architettonica moderna, questo tipo d’intonaci può ridurre in modo consistente la risonanza dovuta alle grandi altezze dei soffitti.

Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.

Usate i commenti per i vostri dubbi e le vostre domande riguardo questo articolo.

Non dimenticate di condividerlo con i vostri amici.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.