Le migliori piante per arredare bagno e cucina.

come-arredare-il-bagno-con-le-piante_002Le migliori piante per arredare bagno e cucina sono quelle che prosperano in ambienti umidi come di solito risultano essere questi luoghi per via della presenza di fonti d’approvvigionamento di acqua.

 

In genere si tratta di ambienti ben illuminati, quindi ideali per piante da fiore che hanno bisogno di un elevato tenore di umidità e una discreta quantità di luce diffusa.

 

 

Orchidea Falena – Phalaenopsis.

Per rendere più allegro il bagno il bouquet di fiori dalla lunga durata che può regalare un’orchidea phalaenopsis è perfetto. Sono orchidee epifite i cui fiori, di notevole bellezza esotica di aspetto e colore variabile.

Questa pianta assorbe inquinanti come Xilene e Toulene ed è perfetta per essere collocata in bagno nei pressi della finestra, visto che predilige un ambiente umido con luce abbondante ma indiretta. Ancora meglio se sistemata vicino ad uno specchio.

 

TulipanoTulipa Gesneriana.

Il tulipano è un’altra pianta fiorita utile per ravvivare gli ambienti della cucina o del bagno. I suoi bulbi offrono fiori molto colorati e di grande effetto.

La pianta è in grado di assorbire formaldeide (7 µg/h) ed ammoniaca (7 µg/h), sprigionate dalle attività di pulizia che si svolgono usualmente in questi ambienti. Va posizionata vicino alle finestre o in luoghi dove può ricevere la luce diretta del sole.

 

Palma cinese – Rhapis excelsa.

Questa palma, originaria del Giappone e del sud della Cina, è caratterizzata da un denso cespuglio arrotondato. Dalla crescita lenta è una pianta molto resistente che necessita di un esposizione alla luce intensa, ma non ai raggi diretti del sole. Ciò che la rende speciale e adattissima per il bagno o la cucina è la sua straordinaria capacità di assorbire formaldeide (9 µg/h) e ammoniaca (19 µg/h), inquinanti contenuti nei normali detergenti impiegati per la pulizia di sanitari e pavimenti.

Homalomena – Homalomena wallisii.

Pianta perenne tropicale della famiglia delle Araceae che raggiunge i 15 cm di altezza. Spesso confusa con l’Aglaonema, è una pianta da interni che necessita di poca luce e con grandi capacità di assorbimento di formaldeide (7 µg/h) ed ammoniaca (13 µg/h), particolare che la rende ideale per essere posta in bagni con scarsa illuminazione.


AnturioAnthurium andraeanum

Pianta appartenente alla famiglia Araceae con foglie cuoriformi verde scuro grandi fino a 50cm, presenta un fusto pieghevole dotato di radici aeree, l’infiorescenza è a forma di portacandela, in cui lo spadice giallo da un bel contrasto con il colore della foglia di base che può variare dal rosso al rosa o bianco e viola scuro.

Per le sue capacità di assorbire formaldeide (4 µg/h), xilene toluene (8 µg/h) e soprattutto ammoniaca (10 µg/h), questa pianta è indicata per il bagno dove il clima umido è perfetto per farla vivere bene. Necessita di una buona illuminazione indiretta e non ama gli ambienti troppo secchi.

Le parti di questa pianta sono tossiche e se ingerite causano irritazione alle mucose orali con bruciore intenso alle labbra e vomito.

 

In cucina la scelta migliore sono le piante aromatiche come timo, salvia, basilico ecc. Queste possono essere poste sul davanzale della finestra o sistemate in un bel giardino verticalecomunque sempre a portata di mano per le vostre preparazioni culinarie.

Ottima l’idea di coltivare in casa anche per l’impiego in cucina degli alberelli di limone.

0e372be3-02ae-41aa-bbde-50f339a60b07

 

 

Se vi piace Questioni di Arredamento, iscrivetevi alla nostra newsletter per essere aggiornati sulle pubblicazioni future.

Riceverete una sola email al mese e potrete disattivare l'abbonamento quando vorrete.

Oppure seguiteci su ... 

2 commenti su “Le migliori piante per arredare bagno e cucina.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.