manutenzione-e-uso-corretto-dei-mobili-testata

Manutenzione dei mobili e uso corretto.

Un uso corretto dei mobili in legno ne limita la manutenzione a quella ordinaria eseguibile da se con un minimo di capacità manuali. In fondo si tratta di poche e semplici operazioni che vanno dalla lubrificazione delle parti in movimento alla riparazione di eventuali piccoli danni superficiali dovuti al normale uso.

manutenzione-e-uso-corretto-dei-mobili-testata

Per il mantenimento dei mobili basta eseguire queste operazioni solo quando occorre:

  • Lubrificate bene le parti metalliche in movimento, cerniere e guide scorrevoli, esclusivamente con olio minerale raffinato, ma sempre dopo aver liberato preventivamente le parti da lubrificare dall’eventuale polvere con un panno umido e un normale detergente.
  • Prima di procedere alla lubrificazione assicuratevi che le parti non abbiano alcun residuo di acqua e che siano ben asciutte per evitare, al contatto degli olii lubrificanti, la formazione di morcie.
  • Per garantire lo scorrimento delle parti mobili in legno, come le guide dei cassetti e dei piani dei tavoli, pulitele con un pennellino a setole morbide e se troppo “resistenti” cospargetele con un po’ di polvere di talco. Meglio non utilizzare cera o paraffina poiché può indurirsi.
  • Riparate o fate riparare da personale specializzato spaccature e scheggiature e altri danni del legno per evitare che il legno sia più facilmente attaccabile da agenti di biodegradazione.
  • mobili di pregio rifiniti a gomma lacca e cera d’api vanno lucidati almeno una volta l’anno. La cera d’api nutre le fibre del legno e le rende elastiche limitando gli attacchi dei tarli e le fessurazioni dovute al ritiro delle fibre.
  • Con poca cera d’api liquida si può anche ravvivare un mobile verniciato che ha perso brillantezza. Evitate comunque i comuni spray commerciali, anche se nella loro etichetta è dichiarato che contengono cera d’api.

La normale manutenzione dei mobili poco può in caso di danni seri per i quali quasi sempre bisogna ricorrere  a maestranze qualificate e affrontare spese ingenti, quindi meglio evitare danni alle superfici dei mobili e quindi non appoggiare mai sui mobili:

  • oggetti con superfici che possano graffiare il mobile,
  • contenitori con liquidi corrosivi e aggressivi, come alcol, acetone, diluenti e vernici, candeggina, acido muriatico ecc… Attenzione a profumi e levasmalto!
  • oggetti troppo caldi o troppo freddi poiché questi decolorano la superficie del legno e danneggiano la verniciatura che la protegge. I piani di tavoli devono essere ben protetti da panni posti a protezione immediatamente sotto la tovaglia, quando si devono poggiare piatti di portata o tazze di bevande.

 

Se vi piace Questioni di Arredamento, iscrivetevi alla nostra newsletter per essere aggiornati sulle pubblicazioni future.

Riceverete una sola email al mese e potrete disattivare l'abbonamento quando vorrete.

Oppure seguiteci su ... 

4 commenti su “Manutenzione dei mobili e uso corretto.

  1. Salve Architetto, ma per apporre una accurata igiene di pulizia interna di un mobile, possono essere utilizzati prodotti specifici che non vadano ad intaccare o deteriorare?
    Grazie

    • Salve, il miglior detergente e il meno rischioso per le superfici in legno, anche interne, lo si può realizzare da se con un pezzetto di sapone di Marsiglia e della semplice acqua. Sicuro, semplice, economico ed efficace. Naturalmente dopo aver risciacquato assicurarsi di aver asciugato tutto per bene soprattutto all’interno del mobile, visto che l’umidita e l’acqua in eccesso sono sempre dannosi a lungo andare.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.