Materasso a molle.
Vota questo post.

Il materasso a molle è il più classico e ancora il più utilizzato dei materassi. Questo grazie anche al continuo miglioramento dei materiali di fabbricazione che ne hanno aumentato confort e durata.

I tradizionali materassi a molle biconiche tipo Bonnel sono ancora prodotti e venduti. Questi sono resi, nelle versioni migliori, più comodi e stabili da strati superiori in materiali innovativi quali il Memory Foam, il Waterlily o il Lattice, ma la vera rivoluzione è rappresentata dai materassi a molle indipendenti.

Evoluzione dei materassi a molle.

materasso-a-molle-indipendenti-005

Il sistema tradizionale a molle biconiche, si è evoluto nel sistema a molle indipendenti.

Un sistema che evita il trasferimento del movimento lungo tutta la superficie del materasso, fastidiosissimo nei materassi matrimoniali.

Nei materassi a molle indipendenti il movimento di ogni singola molla assicura una maggiore tenuta ergonomica rispetto alle molle biconiche. Tali materassi sono anche chiamati a molle insacchettate perché le molle, in filo di acciaio temperato e di diverso spessore, sono poste dentro dei sacchetti di tessuto tecnico ad alta resistenza, studiati per resistere al movimento e alle torsioni della molla.

Questo sistema permette che ogni molla possa adattarsi, a seconda della pressione esercitata in quel punto, indipendentemente dalle molle contigue, offrendo una risposta anatomica migliore. I materassi di questo tipo risultano quindi meno “molleggiati” dei materassi tradizionali, ma più comodi.

materasso-a-molle-indipendenti-001

Alcuni materassi economici sono realizzati con molle in disposizione continua, un sistema robusto e durevole. Essendo questi materassi costituiti da un unico blocco di molle, non possiedono un buon isolamento dei movimenti e quindi non sono consigliabili come materassi matrimoniali. Per un modello matrimoniale è preferibile orientarsi verso la tipologia a molle insacchettate, perché in grado di adattarsi ad ogni tipo di fisico e peso.

Confort dei materassi a molle.

materasso-a-molle-indipendenti-002Il già elevato grado di adattabilità alla forma e al peso del corpo, sale ancor di più se lo strato superiore del materasso è in lattice.

In ogni caso preferite, se è possibile, i modelli sfoderabili perché anche se più costosi sono più igienici.

Circa il numero di molle che deve avere un materasso è diffusa l’errata convinzione secondo la quale più molle significhi maggiore comodità.

Considerate per un materasso a molle tradizionale di buona qualità  almeno 120/130 molle per mq il che equivale a circa 400 molle per un materasso matrimoniale. Onestamente più di questa quantità, la differenza di confort è realmente difficile da notare. Quello che conta, come sempre, non è la quantità delle molle, ma la loro qualità

Cosa scegliere?

2054_letto_contenitore_apertoTutti i materassi a molle offrono grande traspirabilità, quindi sono adatti per letti con box sotto il piano rete. La rete per questo materasso va scelta di elasticità inversamente proporzionale a quella del materasso, meglio se tutta in legno, ma attenzione le reti con movimento non vanno bene per questo tipo di materasso.

I materassi a molle, nelle loro varianti, risultano essere comodi per qualunque fisico e sono particolarmente consigliati per le persone in forte sovrappeso. Questi sono in grado di offrire un supporto più rigido, rendendo più semplice sdraiarsi e rialzarsi.

Le varianti più rigide sono indicate per chi soffre di lombalgia, ma se siete dei soggetti allergici meglio orientarsi verso materassi di altro tipo, come i materassi in lattice.


Prodotti consigliati.

2 commenti su “Materasso a molle.

    • Concordo con te, in definitiva oggi il materasso a molle riesce a dare il confort dei materassi in materiali innovativi soprattutto nelle soluzioni combinate molle + memory, mantenendo la traspirabilità eccellente del sistema a molle.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.