Perché cambiare il gestore dei servizi energetici.

Come risparmiare su luce e gas con le offerte dei gestori del mercato libero.

Photo by Christian Dubovan on Unsplash
Le bollette di luce e gas pesano molto sul bilancio familiare e il loro costo aumenta sempre di più.
La possibilità di risparmiare con le offerte dei gestori del mercato libero è il vero motivo che ha spinto molti consumatori a passare a questo tipo di servizi.

Vantaggi del mercato libero.

Visto le richieste dei consumatori sempre più frequenti, il numero di gestori presenti sul mercato è aumentato in questi anni. Tra le tante proposte esistenti hanno catturato la mia attenzione i servizi e le offerte luce e gas Wekiwi.

Per abbassare i costi della bolletta è bene verificare che l’offerta attiva per la propria utenza sia compatibile con le effettive esigenze di consumo. Chi aderisce al mercato libero può sempre controllare la disponibilità nel mercato di costi e forniture più adatte al proprio consumo di energia ed aderire ad un piano piuttosto che ad un’altro.

cambiare-il-gestore

Photo by Hans Ripa on Unsplash

Le offerte luce e gas Wekiwi, gestore di energia elettrica e gas ai primi posti dei comparatori online, consentono un reale risparmio sui consumi energetici. Questo grazie alla possibilità di calibrare esattamente i costi in base al tipo di consumo e alle personali esigenze energetiche di ciascuno.

cambiare-il-gestore

Tra le offerte luce e gas Wekiwi è possibile scegliere tra prezzi fissi o variabili, tra fasce di consumo biorarie e monorarie e grazie al sistema della “carica” si possono ottenere maggiori risparmi e un più facile controllo della spesa.

Ad esempio, per usufruire di un maggiore sconto sulla Carica di Wekiwi i clienti che utilizzano il gas per il riscaldamento domestico usufruiscono di una variazione dell’importo della carica nei mesi invernali. Questo perché i consumi del gas per riscaldamento dipendono dal clima.

Perché cambiare il gestore dei servizi energetici.

Oltre alle offerte più convenienti, possono esserci altri motivi per cui si voglia cambiare gestore. Ad esempio, uno dei motivi può essere la poca reattività del servizio clienti. Oppure per unificare in un solo gestore la fornitura dei servizi di energia elettrica e gas e relazionarsi con un unico servizio clienti.

Certamente è necessario un cambio di gestore per chi ha un contratto maggior tutela per la fornitura di energia elettrica. Infatti tra un rinvio e l’altro, si fa sempre più prossima la scadenza per il passaggio obbligatorio dal servizio maggior tutela ai servizi luce e gas offerti dai gestori che operano nel mercato libero.

Il completamento della liberalizzazione del mercato dell’energia, introdotta con il decreto Bersani del 1999 , prevede entro il 1 luglio 2020, questa l’ultima data prevista, il passaggio obbligatorio.

Se non si provvede in tempo con il cambio si rischia di pagare un conto salato per le bollette. Queste in tal caso saranno assoggettate al servizio di salvaguardia che prevede un costo per l’energia decisamente più caro. Lo stesso applicato ai clienti morosi rimasti senza fornitura.

cambiare-il-gestore

Appare chiaro come sia necessario non dimenticare questa scadenza e fare il cambio prima possibile, se si vogliono evitare aumenti in bolletta.

Differenze tra mercato libero e maggior tutela.

cambiare-il-gestore

Photo by Rodion Kutsaev on Unsplash

Nel servizio maggior tutela il costo dell’energia in bolletta viene stabilito trimestralmente dall’Autorità per l’Energia in base alle quotazioni internazionali degli idrocarburi. Invece, nei servizi del mercato libero, il gestore del servizio determina liberamente i prezzi di vendita dell’energia.

Le quote fisse in bolletta, come gli oneri generali di sistema, i servizi di rete e le imposte rimangono invariate, mentre i prezzi dell’energia saranno comunque sottoposti alle regole della concorrenza e alla vigilanza dell’Autorità per l’Energia.

Altra differenza è il fatto che, mentre nel mercato di maggior tutela non è possibile bloccare il prezzo dell’energia, i gestori che operano nel mercato libero offrono normalmente un prezzo fisso per uno o due anni di contratto.

Un occhio all’ambiente.

La provenienza da fonti rinnovabili di una quota dell’energia fornita è garantita da tutti i gestori. Wekiwi vi offre anche la possibilità di installare un impianto ad energia solare tutto per voi!

Cose da sapere.

  • Il cambio del gestore dei servizi energetici è totalmente gratuito;
  • non c’è nessuna penale e nessun vincolo contrattuale con il gestore e può essere cambiato in qualsiasi momento;
  • durante il passaggio dal vecchio al nuovo gestore l’erogazione di corrente elettrica e di gas non viene interrotta;
  • i contratti sottoscritti telefonicamente, o su internet, godono del cosiddetto diritto di ripensamento.

Votate questo articolo.

Perché cambiare il gestore dei servizi energetici.
5 (100%) 1 vote
Vi è stato utile questo post? Quanto vi è piaciuto? Esprimete il vostro giudizio su questo articolo con un voto. La vostra opinione conta!

DMCA.com Protection StatusTesto di proprietà dell'autore. Tutte le immagini presenti in questo post, se non diversamente specificato, provengono dai siti pixabay.com unsplash.comoppure si tratta di immagini prelevate da PinterestNel caso in cui la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatelo ed essi saranno immediatamente rimossi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: