Portaombrelli, come scegliere quello ideale.

Il portaombrelli è uno degli accessori per l’ingresso tra i più utili. Collocarlo vicino alla porta è una questione di praticità, così non si sgocciola per casa quando si rientra e lo si ha a portata di mano quando si esce. Le uniche riflessioni da fare sulla posizione del portaombrelli sono legate al posto ideale dove collocarlo nell’ingresso di casa e al design che questo oggetto ha.

Sfruttare il poco spazio disponibile.

Vista la sua funzione può essere saggio sfruttare un piccolo spazio inutilizzato, come la parete che rimane dietro alla porta che si apre, lo spazio tra un mobile e un calorifero o un angolo vuoto. Per fare questo però bisogna scegliere con accuratezza un modello salvaspazio ed essere certi che le misure siano compatibili con la zona in cui dovete collocarlo.

Stile del portaombrelli.

Le misure però non sono tutto, perché un portaombrelli rimane un elemento di arredo che si può notare subito appena si varca la porta d’ingresso. Motivo per cui è importante anche scegliere un modello gradevole e che ben si integra con l’arredamento.

La differenziazione tra le forme viene incontro alle diverse esigenze: un portaombrelli che dovrà occupare un angolo avrà forme differenti da uno che andrà messo nello spazio tra una parete e una porta.

Scegliere il portaombrelli ideale.

Tendendo conto dello stile e della funzionalità di questo particolare oggetto di arredo ho cercato in rete dei portaombrelli che coniugassero design a dimensioni contenute. Sul sito DottorGadget ho trovato una serie di portaombrelli che soddisfano queste esigenze!

Sia per quanto riguarda le dimensioni salvaspazio, sia per la cura nel design e la scelta dei materiali, vi mostro i modelli che ho trovato più interessanti!

Modelli salvaspazio.

Se dovete mettere un portaombrelli in un angolo di una stanza la forma ideale è quella a base quadrata, in questo modo riempie lo spazio e si integra bene anche se ci sono mobili o caloriferi vicini. Tra i modelli a base quadrata ho trovato particolarmente interessante il modello Compact, un elemento minimale in resina di soli 10 cm per lato, provvisto di quattro fori nella parte superiore che permettono d’infilare i puntali di altrettanti ombrelli.

portaombrelli salvaspazio


Lo svantaggio di un modello compatto come questo è l’impossibile utilizzo per gli ombrelli portatili, quindi se avete questa esigenza dovrete puntare su modelli pensati per questo uso.

Un modello adatto per ombrelli di piccole dimensioni è il portaombrelli Tower, sempre a base quadrata di soli 11 cm per lato. La sua struttura metallica, molto minimale, si sviluppa per un l’altezza di 36 cm. Sottili aste in metallo dividono lo spazio in quattro sezioni in cui poter riporre altrettanti ombrelli. Un elemento a mezza altezza offre la possibilità di mettere fino a due ombrelli richiudibili al posto di quelli più grandi.

portaombrelli salvaspazio

Se desiderate un portaombrelli più flessibile nell’uso e non vincolato da scomparti divisi dovrete optare per un portaombrelli un po’ più grande come il Brick le cui misure, pur rimanendo compatte, salgono a 15 x 15 x 42,9 cm. Lo spazio interno non ha divisioni, ma grazie alla struttura molto particolare è possibile appendere gli ombrelli più piccoli per il cordino.

Con un modello di dimensioni più grandi aumentano il numero di ombrelli che si possono riporre. Il portaombrelli Nine Squares è uno di questi. Un modello caratterizzato da un gradevole effetto ottico dovuto alla suddivisione, apparentemente casuale, di ben nove scomparti, per mezzo di aste metalliche che lo attraversano in varie direzioni.

Portaombrelli slim.

Alcuni modelli di portaombrelli, minimali e sottili, sono pensati per essere collocati contro una parete e ridurre al minimo l’ingombro. Tra questi quelli che vedete nella figura in basso.

portaombrelli salvaspazio

I portaombrelli Grind e Layer, costituiti da un elemento in metallo lungo e sottile in cui infilare gli ombrelli, si differenziano per la loro differente altezza rispettivamente di 24 cm e 45 cm.
Di dimensioni più grandi sono i portaombrelli Brick e Nest di forma e dimensioni (circa 13 x 30 x 45 cm) molto simili. Quello che li differenzia è il loro design: il Brick ha lo stesso design del modello a base quadrata che abbiamo visto prima, il modello Nest è caratterizzato da un intricato design ispirato ai nidi degli uccelli.

Modelli più minimali sono i portaombrelli Tosca e Hanger. Il primo è un modello in cui infilare gli ombrelli e che offre anche uno spazio dedicato per un ombrellino portatile. Il modello Hanger invece, come suggerisce il nome, è pensato per gli ombrelli con il manico curvo e ha una bacchetta di legno per appenderli.

portaombrelli salvaspazio

Conclusioni.

Se state cercando per il vostro ingresso dei portaombrelli salvaspazio dal design curato, avrete l’imbarazzo della scelta con tutti i modelli che vi ho presentato. Non vi resta che pensare al vostro ingresso e scegliere il vostro portaombrelli ideale.

DMCA.com Protection Status

Testo di proprietà dell'autore. Tutte le immagini presenti in questo post, se non diversamente specificato, provengono dai siti pixabay.com unsplash.comoppure si tratta di immagini prelevate da PinterestNel caso in cui la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatelo ed essi saranno immediatamente rimossi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: