Quale luce in camera da letto?

Quale luce in camera da letto?
5 (100%) 1 vote
luce-in-camera-da-letto
Pexels / Pixabay

La luce in camera da letto è meglio preferirla soffusa per favorire il rilassamento. Le fasi che precedono il riposo non devono essere assolutamente disturbate da un’illuminazione aggressiva. Luci più forti sono utili solo in prossimità dello specchio e dell’armadio, in questo caso meglio se le luci sono integrate al suo interno.

In questo articolo sono trattati argomenti che presuppongono la conoscenza di piccole nozioni d’illuminotecnica. Se non conoscete cose come la temperatura di colore, i lux o i lumen, vi consiglio di leggere l’articolo relativo.

luce-in-camera-da-lettoIntensità luminosa.

In camera da letto è bene non esagerare con l’intensità luminosa per questo motivo è consigliato di non superare il limite di 150 lux d’illuminamento. La luce deve creare le giuste condizioni di riposo e intimità, quindi è da preferire una luce calda non troppo intensa. Una normale camera da letto di 16 mq necessità in totale di 2400 lumen pari ad una potenza di 150W circa, nel caso si adoperino delle lampade LED.

I lumen devono essere distribuiti in un minimo di tre punti luce: uno per l’illuminamento generale al centro della stanza, e altre due fonti di luce per i comodini. Altre possono essere aggiunte per illuminare gli specchi o l’interno degli armadi.

Luce ambiente.

luce-in-camera-da-letto

Per la luce ambiente si è soliti ricorrere ad un lampadario centrale. Questo è meglio che non sia troppo grande e preferibilmente dotato di un diffusore opalescente in grado di proiettare una luce diffusa su tutto l’ambiente.

Se lo si desidera si può posizionare, come sorgente luminosa aggiuntiva, o alternativa al lampadario, una piantana con proiezione a soffitto dotata di variatore di luminosità, in modo che sia possibile regolare il livello di illuminazione della stanza. Questa soluzione, come alternativa al lampadario per l’illuminazione generale, è da preferire nelle camere da letto in mansarda con soffitti spioventi.

Luce per i comodini.

luce-in-camera-da-letto

La luce in camera da letto va completata con dei punti luce funzionali per i comodini, da aggiungere alla luce generale di un lampadario o di una piantana. Generalmente vanno bene dei corpi illuminanti capaci di diffondere la luce nell’area circoscritta alla loro sede, per non disturbare il partner che sta riposando.

Se avete l’abitudine di leggere a letto, le classiche abat-jour sono poco funzionali in questo senso. Meglio in questi casi preferirvi delle lampade a sospensione a luce diretta e circoscritta. La luce dall’alto crea un fascio luminoso conico che non crea ombre e che illumina le pagine del libro senza infastidire chi dorme al vostro fianco.

luce-in-camera-da-letto

Un’altra soluzione sono le lampade il cui fascio luminoso può essere orientato verso il libro che vogliamo leggere. Per intenderci tipo quelle per le scrivanie, ma più piccole.

Non dimenticate che vicino ai comodini è utile prevedere degli interruttori per lo spegnimento delle luci generali.

luce-in-camera-da-lettoSpecchio.

Un punto luce sullo specchio di adeguata intensità è utile per specchiarsi al meglio senza dover accendere la luce centrale, che per altro è poco funzionale per questo uso.

Se avete uno specchio sopra il comò, questo può essere illuminato da un lume appoggiato sopra il cassettone. Il lume se è dotato di variatore di luminosità, vi servirà, oltre che per specchiarvi, anche per creare una atmosfera rilassante.

luce-in-camera-da-lettoArmadio.

Illuminare l’interno di un armadio è un ottimo modo per trovare al volo tutto ciò che serve.

Per l’interno degli armadi, o per la cabina armadio, scegliete degli appositi corpi illuminanti a LED dotati di sensori di prossimità. Questi hanno il vantaggio di integrarsi facilmente con il mobile e di illuminare quando e dove serve.

Un’altra soluzione sono delle lampade interne all’armadio che si accendono grazie a dei micro-switch collegati all’apertura delle ante. Il loro funzionamento è più preciso, ma la loro installazione è più complessa delle lampade dotate di sensore.

luce-in-camera-da-letto

Questo tipo di lampade, indipendentemente dal sistema utilizzato per l’accensione, risultano davvero utili quando la luce naturale è andata via e per vestirsi senza disturbare il partner che sta ancora dormendo.

Luce notturna.

Per rendere più funzionale la luce in camera da letto è consigliato l’uso di una illuminazione notturna che si attivi automaticamente. Lampade LED dotate di un sensore di movimento, si possono facilmente installare sotto le barre del letto per utilizzarle con questa finalità.


Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.

Usate i commenti per i vostri dubbi e le vostre domande riguardo questo articolo.

Non dimenticate di condividerlo con i vostri amici.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.