Scegliere il letto, guida completa.

L’acquisto del letto va ponderato bene visto che questo elemento principale della zona notte risulta essere di più di un arredo e oltre il suo valore formale, insieme alla rete e al materasso costituisce un vero e proprio “sistema di riposo” con il quale avrete a che fare otto ore al giorno per parecchi anni.

In questo articolo trovate importanti indicazioni per scegliere il letto che fa per voi tenendo conto, oltre che degli aspetti estetici, di importanti considerazioni pratiche delle loro caratteristiche: dimensioni, materiali, testata, pediera ed eventuuali funzioni aggiuntive.

scegliere-il-letto-emiselene-mazzali
Letto emmiselene di Mazzali

Qualunque sia il tipo di letto che sceglierete un aspetto che non potete assolutamente trascurare è la necessità di dormire bene per salvaguardare la vostra salute: prima di ogni cosa il letto deve essere comodo, spazioso, dotato di rete ortopedica e materasso anallergico.

Dimensioni.

Le dimensioni di un letto matrimoniale standard sono adatte ad accogliere materassi da 160 x 190 cm, mentre quello ad una piazza e mezzo è per materassi dalle dimensioni di 120 x 190 cm. Esiste anche il letto detto alla francese idoneo per materassi da 140 x 190 cm.

Scegliete il letto dalle dimensioni adatte al numero di persone che dovrà ospitare e al loro fisico, oltre che naturalmente in base alla grandezza della stanza. Ricordate che la sua lunghezza dovrà essere di circa 15 – 20 cm in più rispetto alla statura di chi vi dormirà, quindi per stature superiori al 1.80 m si dovrà ricorrere a soluzioni su misura sia per il letto che per il sistema riposo rete-materasso.

Visto che sotto il profilo del comfort rete e materasso rappresentano la parte più importante del letto, considerate una spesa adeguata per un buon sistema di riposo e non dimenticate che l’acquisto di un letto matrimoniale va condiviso con il partner.

 

Assicuratevi della compatibilità delle dimensioni del letto con quelle della rete e del materasso.

Leggete l’articolo “scegliere il materasso” per conoscere qual’è il miglior sistema di riposo adatto a voi.

 

Materiali.

Il letto in legno e il letto tessile sono quelli da preferire. Il primo per la robustezza e per la durata garantita da un materiale naturale e resistente come il legno massello. I secondi sono da preferire per il comfort che danno grazie alla loro struttura morbida rivestita con i materiali più disparati: dalle pelli ai materiali sentitetici che la imitano, fino ad arrivare ai tessuti resi grazie alle moderne tecnologie antimacchia e facilmente lavabili.

Ai letti imbottiti e rivestiti in tessuto si possono abbinare piumini e coordinati tessili della stessa tinta o fantasia.

Se vi piacciono i letti imbottiti assicuratevi che i rivestimenti siano totalmente sfoderabili.

I letti in ottone e ferro battuto sono soluzioni più costose perché spesso realizzati artigianalmente e sottoposti a complessi procedimenti di finitura. Indispensabili negli stili più romantici, i letti di questa tipologia sono da impiegare facendo attenzione che siano trattati preventivamente con procedimenti che limitano l’assorbimento di onde elettromagnetiche.

 

Testiera e Pediera.

CFBfDiIUUAA2yTP.jpg largeIl letto deve risultare comodo anche per rilassarsi ad esempio leggendo o ascoltando musica, piuttosto che guardando la TV. In questi casi la presenza di una testiera sufficientemente alta e imbottita o con la possibilità di sistemare bene dei cuscini per appoggiare comodamente la schiena, può essere fondamentale.

La pediera completa la parte anteriore del letto, ma ritengo sia da evitare almeno nel caso di camere da letto piccole poiché può limitare lo spazio visivo, ma anche nel caso di letti con contenitore dove può costituire un ostacolo all’accesso del riposto sotto la rete.

Funzioni aggiuntive.

Come detto, il letto, oltre che ad ospitare il nostro sonno, può essere utile per leggere o guardare la TV, ma può svolgere anche altre funzioni e quasi tutte le tipologie di letto disponibili sul mercato possono essere attrezzate con un vano contenitore per la biancheria, ma anche con cassetti laterali e librerie. Opzioni che espandono le potenzialità di questo elemento di arredo.

Il sogno di San Martino
Il sogno di San Martino

La funzione contenitore del letto si è diffusa con la riduzione dei metri-quadri delle abitazioni, ma a dire il vero è quest’uso è più antico di quanto si possa pensare. Letti a cassettoni erano già in uso nell’Italia Centrale nel Trecento come si può vedere nel dipinto Il sogno di San Martino di Simone Martini.

Grazie a questa soluzione è possibile liberare spazio dentro gli armadi solitamente invasi da cuscini, coperte e biancheria da letto che possono trovare posto sotto al letto, così come borse, valigie o zaini ad esempio.

La funzione contenitiva nei letti moderni è generalmente assolta da un vano posto al di sotto di una rete dotata di un’apertura servo-assistita da pistoni oleodinamici. Esiste nelle versioni a ribalta semplice o a doppia azione con il letto in posizione orizzontale rialzata per favorire il disfacimento e la preparazione della biancheria da letto.

letto-contenitore-easy-up-free-night

Attenzione! Se preferite un letto contenitore acquistate insieme ad esso un materasso a molle per avere il massimo di traspirazione. Quindi niente materassi in schiuma.

Leggete l’articolo “scegliere il materasso” per non sbagliare acquisto.

scegliere-il-letto-006
Letto Honei Fratelli Cappellini

Se soffrite di allergie agli acari della polvere, la soluzione con il box sotto rete è da evitare. Lo spazio libero sotto il letto garantisce la circolazione dell’aria e favorisce l’aerazione del materasso, senza contare che consente di pulire con facilità.

Se avete necessità di sfruttare lo spazio disponibile al massimo, e non potete rinunciare ad un letto contenitore, preferite un letto in legno con cassetti laterali asportabili che consentono una pulizia più agevole. A limite sceglietene uno con contenitore sufficientemente rialzato da terra per consentire il passaggio dell’aspirapolvere. In ogni caso è opportuno tenere biancheria e oggetti da riporre dentro contenitori o sacchetti appositi.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: