Quando acquistate un letto non potete trascurare il suo comfort e quindi dotarlo di una buona rete e di un altrettanto ottimo materasso. Questi elementi insieme costituiscono il sistema riposo del letto.

Visto che lo userete almeno otto ore al giorno, per la vostra salute è importante saper scegliere il materasso ideale e naturalmente la rete adatta ad esso.

scegliere-il-materasso-ideale-018

scegliere-il-materasso-ideale-012Prima di decidere quale rete e materasso acquistare, oltre a valutare bene le vostre esigenze, è bene conoscere le caratteristiche delle tante tipologie che popolano l’offerta commerciale odierna.

Di reti e materassi il mercato ne offre di diversi tipi: materassi a molle insacchettate o  tradizionali, particolarmente traspiranti; materassi in lattice naturale, ottimi per chi soffre di allergie agli acari della polvere; persino materassi ad acqua oltre ai tanti in svariate fibre naturali. Ognuno di questi abbinabile alle tante reti disponibili con differenti tipi di sospensione.

Si tratta di scegliere il materasso ideale per le proprie necessità, tenendo conto delle possibili combinazioni con i diversi tipi di rete esistenti, ma prima di tutto, per il proprio benessere psicofisico, bisogna ben valutare alcuni aspetti fondamentali come quelli che leggerete di seguito.

Aspetto economico.

scegliere-il-materasso-ideale-005Il primo elemento che la maggior parte di acquirenti tiene in considerazione è il prezzo del sistema rete-materasso.

Il costo dipende soprattutto dalla qualità dei materiali utilizzati per la costruzione, ma attenzione non sempre un prezzo elevato è garanzia di un prodotto valido. Un buon materasso, così come una buona rete, non devono per forza costare tanto, ma consiglio comunque di stare lontani da offerte eccessivamente invitanti, dietro le quali spesso si celano inganni commerciali.

Per l’acquisto di rete e materasso è bene destinare una spesa adeguata poiché questo incide realmente sulla qualità della vita. Fondamentale è documentarsi sui materiali impiegati per capire meglio cosa si sta acquistando.

Dimensioni e compatibilità.

La rete per un letto matrimoniale ha dimensioni minime di 160 × 190 cm, mentre la rete per letto singolo parte da un minimo di 80 x 190 cm. Esistono anche reti da una piazza e mezzo, per letti alla francese, le cui dimensioni variano da 120 – 140 x 190 cm.

scegliere-il-materasso-ideale-001

Fate attenzione, se acquistate separatamente letto, rete e materasso, accertatevi prima del loro acquisto che siano compatibili. Per un letto di dimensioni particolari o fuori misura, sarà meglio essere certi di trovare in commercio il sistema rete-materasso adatto.

Altezza del materasso.

scegliere-il-materasso-ideale-003Sembra che i materassi più alti abbiano maggiore portanza e siano indeformabili, ma tenete conto dell’altezza complessiva di rete e materasso, questa dovrebbe poter permettervi di sedervi sul bordo del letto appoggiando i piedi a terra e mantenendo le ginocchia ad angolo retto.

Considerato che la seduta sul materasso non è rigida come quella di una sedia, in linea di massima un’altezza totale compresa tra i 60-65 cm è adatta a individui di media statura. Quindi attenzione alle dimensioni complessive, se scegliete dei materassi molto alti!

Compatibilità.

2054_letto_contenitore_apertoOltre alle misure, prestate attenzione alla compatibilità tra rete materasso e tipo di letto.

Ad esempio, se si vogliono impiegare delle reti con movimento non si possono abbinare materassi a molle.

I letti dotati di scomparti situati al di sotto della rete, mancano di una buona circolazione dell’aria al di sotto del materasso. Questo potrebbe portare alla formazione di muffe, in maniera particolare nei materassi in lattice e in memory-foam. In questo caso meglio orientarsi verso un più traspirante materasso a molle.

Ergonomia e aspetti fisiologici.

Il materasso perfetto è quello che riesce a trasmettervi un’immediata sensazione di benessere. Questo avviene solo se il vostro corpo viene sostenuto in maniera ottimale in una posizione che possiamo definire neutra. In questa posizione, la colonna vertebrale assume una curvatura naturale e le parti del corpo, sulle quali grava la maggiore pressione, come natiche, caviglie, spalle e testa, sono supportate adeguatamente.materasso-singolo-lattice-100-naturale-anatomico-lastra-interna-zone-portanza-differenziata

scegliere-il-materasso-003Un materasso troppo rigido, può sollecitare eccessivamente questi punti di pressione, facendo assumere al vostro corpo una posizione non corretta.

Invece, con un materasso troppo morbido, i punti di pressione del vostro corpo non riceveranno il supporto più adeguato. Tutti e due i casi sono la causa di risvegli stanchi e doloranti.

Consigliati i materassi multi zona che sono realizzati in modo da offrire un sostegno diverso alle diverse parti del corpo.

scegliere-il-materasso-002Affinché il materasso risulti ergonomico, va tenuto conto della propria fisiologia: soggetti di corporatura robusta necessitano di un materasso più rigido rispetto a individui dalle corporature più esili.

In ogni caso visto che la fisiologia è diversa per ciascun individuo, per trovare la coppia rete – materasso più idonea alle proprie esigenze, non esiste altro sistema che provare il materasso di persona prima di acquistarlo.

Non bisogna avere timore di recarsi in negozio e chiedere di effettuare una prova, è importante per la propria salute!

Al momento della prova vi accorgerete che un materasso è eccessivamente rigido per voi, se sdraiandovi in posizione supina, vi è possibile far passare la mano sotto la schiena a livello della regione lombare. Invece se avete la sensazione di stare troppo “affossati” e non riuscite a rotolare con facilità da una parte all’altra del materasso, significa che il materasso in questione è troppo morbido.

scegliere-il-materasso-ideale-016

Attenzione, se state acquistando un materasso matrimoniale, collaudatelo insieme al partner, non è detto che quello che è comodo per voi lo sia anche per l’altra persona con cui lo condividerete.

scegliere-il-materasso-ideale-002Anche le abitudini durante il riposo notturno forniscono elementi determinanti per la scelta del materasso.

Due sono i casi che si presentano: soggetti che tendono a muoversi frequentemente durante il sonno e soggetti il cui sonno è invece statico.

Se appartenete ai primi tipi è consigliato per voi un materasso in lattice o a molle, mentre i materassi con supporto in memory foam sono più adatti a chi tende a rimanere immobile durante il riposo, in quanto questo tipo di materasso assume una forma confortevole per il corpo in base alle posizioni del corpo mantenute a lungo.

scegliere-il-materasso-ideale-006Un buon materasso, oltre ad offrire un corretto sostegno, deve essere capace di regolare la temperatura corporea ed essere in grado di assorbire l’umidità.

Se soffrite il caldo e avete una abbondante sudorazione notturna, scegliete materassi traspiranti come quelli a molle oppure un modello in lattice naturale, con canali di ventilazione che aiutano a disperdere il calore.

Fattore allergico.

Come detto fin qui, il materasso ideale deve garantire la giusta postura, essere indeformabile e traspirante, ma soprattutto non provocare allergie, Tutte queste caratteristiche sono determinate dai materiali impiegati per realizzare la sua struttura interna, l’imbottitura e il suo rivestimento esterno.

scegliere-il-materasso-ideale-011

scegliere-il-materasso-ideale-009Se siete soggetti ad allergie, leggete con attenzione le schede prodotto dove sono descritti i materiali impiegati per la fabbricazione del materasso.

Evitate quelli che contengono eventuali materiali che possano scatenare allergie, come la lana, i mastici etc, che non contengano ftalati i quali possono generare, asma e allergie. Verificate pure l’assenza di PBDE, eteri di difenile polibromurato e di poliuretano espanso, che sono sostanze irritanti per le vie respiratorie.

La dove presente, il marchio di qualità QUL certifica che i componenti usati nella realizzazione del materasso non contengono sostanze nocive per la salute.

scegliere-il-materasso-ideale-008Prestate attenzione anche al tessuto impiegato per realizzare la fodera del materasso, visto che questa è la parte a contatto con il vostro corpo. È bene che questo sia in fibra naturale di cotone, perché traspirante, piuttosto che in poliestere o altri materiali sintetici, che causano sudorazione durante il sonno.

Un opzione da tenere presente è quella del rivestimento sfoderabile del materasso che consente il lavaggio della fodera in lavatrice.

I materassi con un rivestimento in tessuto dove sono applicati milioni di microcapsule contenenti l’essenza di Aloe Vera, sono solo l’ultimo ritrovato delle aziende produttrici. Se le sue virtù curative dell’Aloe Vera è provato che siano innumerevoli, non è così chiaro il tipo beneficio che si possa trarre dormendo su un materasso di questo tipo.

Fattore ortopedico.

scegliere-il-materasso-ideale-004Se vi svegliate la mattina con un leggero mal di schiena, che passa in 15 – 30 minuti, significa che dormite su un materasso non adatto a voi. In questo caso basta solo scegliere quello adatto, tenendo conto dei fattori esposti fin qui.

Se invece soffrite di patologie come problemi alla schiena e alla colonna vertebrale, prima dell’acquisto del sistema di riposo rete-materasso, è consigliato il parere di un medico ortopedico per evitare di fare una scelta errata.

 

Quale rete è più adatta?

Scegliere il materasso ideale implica anche scegliere la rete adeguata alle caratteristiche del materasso. Le reti più comuni sono quelle con doghe in legno, queste devono essere dotate di almeno dodici listelli perché siano stabili.

Per la loro elasticità, in linea generale, tenete conto che: materassi dallo spessore sottile o materassi “morbidi”, richiedono una rete più rigida, visto che in questi casi essa risulta maggiormente sollecitata; per i materassi più rigidi è preferibile scegliere una rete più flessibile.

Meglio sarebbe orientarsi verso una rete dalla rigidità regolabile, in modo da poterla adattare al materasso e alle proprie esigenze. Meglio se in legno e priva di parti metalliche.

Quando sostituire il materasso.

scegliere-il-materasso-004

Dopo 10 o 15 anni, è il momento di pensare a comprare un nuovo modello. Nonostante taluni prodotti possono essere davvero longevi, soprattutto se trattati adeguatamente, va tenuto conto che il vostro fisico cambia nel tempo e il materasso sul quale una volta dormivate comodamente può non offrire lo stesso comfort. Inoltre, malgrado le accurate igienizzazioni effettuate, è impossibile eliminare del tutto acari della polvere, funghi e altri germi che accumulandosi e proliferando possono causare allergie.

Conclusioni.

Scegliere il materasso ideale e la rete adatta, non basta a salvaguardare la vostra salute, necessaria è una periodica e corretta igienizzazione del materasso.

Per sapere come mantenere il vostro materasso sempre pulito, leggete l’articolo sulla pulizia del materasso.


Un commento su “Scegliere Il materasso migliore.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: