Scegliere il pavimento adatto ad ogni ambiente.

pavimento-adattoIl pavimento personalizza gli ambienti della casa in maniera determinante.

La sua scelta non è semplice, in commercio vi sono tantissime tipologie e per scegliere quella adatta occorre tener conto di alcuni aspetti fondamentali.

 

In questo articolo trovate tutti i suggerimenti per scegliere il pavimento adatto ad ogni ambiente.

Di cosa tener conto.

Il pavimento dona una sensazione diversa alla casa a seconda del tipo che si sceglie. Preferite il parquet se desiderate il calore del legno, oppure la ceramica per ottenere interni più raffinati, o ancora la moquette per avere maggiore senso di protezione e tepore. Scegliere un tipo piuttosto che un altro rifletterà in ogni caso la vostra personalità, ma questa scelta deve essere sempre oculata visto che il pavimento, a differenza del colore delle pareti o dei mobili, non può essere sostituito con facilità.

Oltre all’effetto estetico che si vuole ottenere, bisogna tener conto anche dell’ambiente in cui verrà istallato, della sua manutenzione e pulizia, del budget a disposizione per il suo acquisto, fino al vostro stile di vita e alle vostre abitudini nell’uso quotidiano.

Stile di vita e abitudini.

  • Se vivete da soli o in famiglia non ci sono bambini, potrete scegliere qualunque tipologia di pavimento, anche quelli più delicati, come il parquet. Viceversa se avete dei bambini oppure con voi vivono degli animali domestici, dovrete orientarvi su pavimentazioni durevoli e resistenti.
  • Scegliete un pavimento acusticamente isolante se siete consapevoli di produrre molto rumore da calpestio.
  • Se non avete molto tempo per le pulizie di casa scegliete un pavimento facile da mantenere come il grès porcellanato.
  • Se soffrite di allergie agli acari della polvere evitate i pavimenti in moquette.

Forma, ampiezza e luminosità degli ambienti.

La scelta del colore del pavimento dovrà tenere conto, oltre che dello stile dell’arredamento e della sua tavolozza cromatica, della dimensione della stanza: negli ambienti piccoli è sempre bene impiegare pavimenti dai colori chiari, mentre toni più scuri si possono impiegare in ambienti ampi e ben illuminati.

posa-diagonalePer ingrandire visivamente un appartamento troppo piccolo, una buona scelta è quella di optare per lo stesso tipo di pavimento in tutta l’abitazione, ma come posare il pavimento?

Al di là delle mode correnti, la posa dritta è più adatta alle moderne piastrelle ed ai listoni di grande formato, mentre la posa in diagonale, anche se meno di tendenza, è utilissima nel caso dovete pavimentare stanze di forma irregolare, in quanto permette di rendere meno visibili fastidiosi effetti ottici, o nel caso di ambienti di piccole dimensioni per dilatare lo spazio percepito.

Funzioni degli ambienti.

Ogni stanza è caratterizzata da funzioni differenti, è il tipo di pavimento va scelto in modo da ottenere un risultato estetico senza compromettere la praticità d’uso in rapporto alla funzione degli ambienti.

  • Un ambiente adiacente al giardino o all’ingresso della casa, è necessario che il suo pavimento sia realizzato con materiali resistentissimi e facili da pulire.
  • In cucina, come in bagno, sono da evitare le pavimentazioni più delicate e piuttosto optare per materiali idrorepellenti e resistenti alle macchie e ai detergenti aggressivi.
  • Nelle camere da letto, si può scegliere un pavimento più caldo e confortevole come il parquet o la moquette, specie se si vuole camminare in quella stanza a piedi nudi.
  • Le camerette per i bambini devono risultare accoglienti, resistenti alla loro vivacità e facili da pulire, come i pavimenti in P.V.C.

Risparmiare si può.

  • I rivestimenti per pavimento sono  venduti al metro quadro con prezzi che variano a seconda del materiale. Se volete risparmiare è bene tenere d’occhio i negozianti che tengono da parte stock a prezzi interessanti.
  • In caso di ristrutturazione, per rifare il pavimento dal punto di vista tecnico è meglio demolire il vecchio pavimento, ma tuttavia è comunque possibile incollare il nuovo pavimento sopra al vecchio, risparmiando un po’ ma tenete presente che se dovete mantenere le porte preesistenti, dovrete ricorrere al falegname per adeguarle alla misura risultante.

Tipologie di pavimento più diffuse.

Parquet in legno.

Il parquet è preferito per la bellezza e i calore del legno, materiale che riesce a trasmettere un comfort senza eguali. A seconda dell’essenza e delle colorazioni è facile da adattare a qualsiasi stile di arredamento dal più classico fino a quelli moderni.

I formati sono tantissimi: listoni, listelli, oppure a quadrotti. Le tipologie svariate: lamine prefinite, lamellari o tutto massello, da posare a seconda dei casi con diverse tecniche: la posa inchiodata per le tavole a forte spessore; la posa incollata per listoni e tavolette; la posa flottante per i lamellari prefiniti. In ogni caso scelta perfetta per un buon isolamento acustico e termico.

Per la natura del materiale con cui i parquet sono realizzati, è necessario istallarlo in locali la cui umidità ambientale non sia eccessiva per evitare gli spiacevoli effetti dovuti al naturale rigonfiamento del legno. Per farlo adattare al tenore di umidità presente nell’ambiente di posa, prima di posarlo va lasciato nella stanza per almeno una settimana.

A causa della sua sensibilità all’umidità il parquet è sconsigliato per le zone della casa dove è presente acqua come bagni e cucine. Per la sua capacità di isolamento termico e acustico è invece particolarmente consigliato in camera da letto.

Naturalmente il suo pregio lo rende perfetto per le grandi superfici di saloni e soggiorni, ma la sua scarsa resistenza all’abrasione, oltre a rendere necessaria un minimo di attenzione in più, ne fa un materiale poco adatto a superfici con grande traffico e calpestio.

  • La manutenzione e la pulizia di questi pavimenti deve essere effettuata con prodotti specifici.
  • Se vi piace questo tipo di pavimento, ma non avete un grande budget a disposizione, potete acquistare il più economico parquet prefinito o addirittura il parquet in laminato o in pvc (leggi pavimento in pvc) il risultato estetico è comunque apprezzabile.

Pavimento in resina.

pavimenti-in-resina

Ultimamente impiegato per realizzare pavimenti dagli effetti sorprendenti soprattutto in contesti moderni, è il pavimento in resina che ha tra i pregi, oltre la possibilità di offrire infinite soluzioni decorative, la facilità di pulizia essendo questo un pavimento continuo monolitico.

Le resine sintetiche (epossidica, poliuretanica o metacrilica) permettono la realizzazione di pavimenti monolitici che assicurano una perfetta continuità del rivestimento.

Hanno diversi gradi di porosità e permeabilità e una buona resistenza al calpestio, ma non è indistruttibile, in quanto è soggetto ad usura che può accelerare il suo decadimento estetico come può accadere in un pavimento in legno.

Moquette.

moquette

La moquette è un tipo di rivestimento per pavimenti elegante e piacevole al contatto. Generalmente è realizzato con un supporto in gomma e juta, nel quale sono inseriti diversi tipi di fibre sia sintetiche che naturali.

Naturale evoluzione dei tappeti, la moquette viene incollata al pavimento conferendo alla sua superficie un confort ineguagliabile, ma alcuni luoghi comuni hanno fatto perdere interesse per questo prodotto, primo tra tutti il sopravvenire degli acari della polvere. In realtà in questi pavimenti, quando regolarmente mantenuti, la polvere in sospensione è ridotta fino all’ 80%, rispetto agli altri pavimenti.

Uno dei più grandi vantaggi dei pavimenti tessili è il maggiore isolamento termico e acustico offerto rispetto a tutti gli altri tipi di pavimento, tanto che la moquette rimane la scelta obbligata per i pavimenti delle stanze di albergo.

Le tipologie in commercio sono tantissime offerte in svariate gamme cromatiche e disegno, oltre che in differenti fibre e spessori di pelo. Si trovano oltre quelle in lana, anche quelle con fibre ecologiche miste, con proprietà antibatteriche e antistatiche.

Il pavimento tessile in casa è adatto ad esempio per le camerette di bambini e ragazzi. Sconsigliato se in casa vi sono soggetti allergici o se con voi vivono animali domestici, poiché la loro igienizzazione richiede più della classica passata di straccio.

Per la pulizia della moquette si applicano gli stessi principi della pulizia dei tappeti.

 

Grès porcellanato

gres-porcellanato-effetto-legno

Quella in grès porcellanato risulta essere la pavimentazione tra le più resistenti e durature esistenti, grazie alla cottura a temperature elevatissime (circa 1.250 C°) di particolari argille speciali e selezionate. Queste caratteristiche, insieme al fatto che si presta all’imitazione realistica delle texture di altri materiali come legno e pietra, hanno reso questo prodotto per rivestimenti tra i pavimenti più utilizzati.

La versatilità di questo materiale, favorita dalle numerose tipologie presenti in commercio con grande varietà di forma, colore e dimensioni, lo rendono impiegabili in tantissime soluzioni d’arredo.

La sua superficie può essere smaltata o levigata. Quest’ultima è la più semplice da mantenere, in quanto non permeabile dai liquidi.

Sebbene non possegga le caratteristiche di confort del legno e non emette le sensazioni tipiche di questo materiale, il grès che imita il parquet è utile la dove il legno non è adatto.

Resistenza agli urti e facilità di pulizia lo rendono ottimo in tutti gli ambienti domestici, compreso bagni e cucine.

Solitamente chi sceglie questo tipo di pavimenti desidera grande praticità, perché ha poco tempo da dedicare alle faccende domestiche, o desidera il massimo di igiene e pulizia senza faticare troppo per ottenere buoni risultati. Certamente indispensabile per la pavimentazione di garage e terrazzi.

 

Cotto.

cotto

Il pavimento in cotto è la soluzione ideale per chi desidera ottenere un raffinato risultato estetico in quegli ambienti rustici e campagnoli che necessitano di un pavimento che contribuisca all’atmosfera calda e accogliente tipica dello stile.

Il pavimento in cotto è composto da piastrelle, esistenti in diverso formato, realizzate con semplice argilla impastata con acqua e cotte come la comune ceramica. Essenzialmente esiste di due tipi: cotto smaltato e cotto naturale. Il primo ha superficie irregolare dove lo smalto è assorbito in modo differente; il secondo è decisamente irregolare dato che si tratta di un prodotto artigianale, cosa che gli attribuisce un indiscutibile valore aggiunto. Va trattato con impermeabilizzantispecifici dopo la posa.

Entrambi i tipi necessitano di cure e manutenzioni specifiche poiché tendono ad assorbire i liquidi, cosa che rende questo tipo di pavimento sconsigliato a chi non ama o non ha tempo per le faccende domestiche.

Oltre per ambientazioni rustiche il cotto viene utilizzato con pregevoli risultati in esterno, dove “l’incuria e l’esposizione agli eventi atmosferici”, nel tempo lo caratterizzano ancor di più.

Pavimento in P.V.C.

I pavimenti in P.V.C. sono di facile e veloce istallazione e anche la loro pulizia e manutenzione è abbastanza semplice.

Come la moquette può essere sovrapposto a pavimenti preesistenti, ma la preparazione di un sottofondo uniformante è spesso necessario.

Disponibili in una grande varietà di gamma cromatica, ne esistono di particolare qualità che riproducono realisticamente ogni tipo di texture (legno, pietra ecc…). In particolare i prodotti di alcune aziende, come la Gerflor, hanno raggiunto una così elevata qualità nell’impiego dei materiali e nella tecnologia di fabbricazione, cosa che li rende un prodotto davvero versatile, conveniente economicamente ed esteticamente valido in qualsiasi contesto.

Davvero facilissimo da montare! Questo è il pavimento ideale per le camere di bambini e ragazzi, per la capacità di ammortizzare le cadute, le doti antiscivolo e la grande coibenza sia termica che acustica.

Gerflor Senso Adjust Installation Guide | Available at BRICOFLOR


Un commento su “Scegliere il pavimento adatto ad ogni ambiente.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: