Scegliere-la-tenda-giusta-17

Scegliere le tende per interni.

Scegliere-le-tende-per-interni-001

I tendaggi completano l’arredamento e definiscono l’atmosfera della casa.

La loro funzione è quella di modificare la quantità e qualità della luce naturale che penetra nell’ambiente domestico rendendolo più accogliente e garantendo la privacy necessaria.

In vendita si trovano tantissime tipologie di tende per interni. Tanti i modelli di tendenza a disposizione con fantasie e tessuti sempre più nuovi e ricercati. In così tanta varietà scegliere le tende per interni che fanno al caso nostro non è sempre facile.

Occorre tenere conto di alcuni importanti fattori, primo fra tutti lo stile dell’arredamento della stanza, a cui è destinato il tendaggio. Poche regole vi aiuteranno a non sbagliare scelta!

1. Coordinate le tende con l’arredamento scegliendo tessuti e accessori coerenti con lo stile della stanza.

Tessuti sontuosi, come damaschi, sete e broccati, si impiegano nelle tende classiche soprattutto per la sopratenda, da montare su mantovane o bastoni in ottone per le grandi finestre delle case d’epoca.

Questo tipo di tende si arricchiscono con nappe, cordoni, bordure ed embrasse di vari tipi.

Scegliere-la-tenda-giusta-36

 

Tessuti come il cotone e il lino, sono preferiti negli interni più intimi dello Stile Country o in quelli romantici dello Stile Shabby Chic.

Le tende possono essere più o meno arricciate e i tessuti stampati con le fantasie più diverse o anche ricamati con pizzi e merletti. Gli accessori decorativi possono essere particolarmente estrosi.

Scegliere-la-tenda-giusta-1

Le tende preferite per ambienti moderni hanno un’arricciatura morbida o appena accennata e i tessuti sono leggeri come il lino, la viscosa e il poliestere, fissati con bastoni o binari a soffitto.

Molto usate sono le tende a pannello, le tende a scorrimento verticale e alcune tipologie di tende tecniche: a fasce, veneziane e plissettate.

Scegliere-la-tenda-giusta-22

Montate con grandi merlature su bastoni in legno o ferro battuto, sono le tende per gli ambienti etnici.

I tessuti sono naturali, grezzi o stampati con decori tipici.

In qualche caso si adoperano semplici tende a pacchetto in cotone naturale o alcune tipologie in lamine di legno o canne di bambù.

 

2. Colori e fantasie dipendono dalle cromie dominanti dell’arredamento della stanza e dalla sua ampiezza.

Le tende a tinte forti, o scure, fanno apparire la stanza più piccola e meno luminosa, quindi vanno bene per stanze grandi e ben illuminate.

Le stanze più piccole e meno illuminate, appaiono più grandi e luminose con tende chiare e leggere. In queste le fantasie, se presenti, saranno minute e poco evidenti.

Tenete conto che i motivi con disegni grandi e appariscenti riducono la profondità visiva di ambienti grandi.

Scegliere-la-tenda-giusta-19

Tendaggi di colore bianco o con colori tenui si adattano facilmente con qualsiasi tipo di arredamento e colorazione delle pareti, ma la luce filtrata sarà leggermente fredda.

La luce che passa attraverso una tenda a tinta unita dai toni caldi colora l’ambiente di un’accogliente luce calda. Tende a tinta unita dai colori freddi filtrano la luce con tonalità che donando alla stanza un’atmosfera particolarmente rilassante.

Una tenda colorata in tinta unita può dare un tocco personale all’arredamento, ma la sua scelta è strettamente legata agli altri colori presenti nella stanza. Interessanti sono gli accostamenti di tende con colori intensi a tende con tessuti chiari e leggeri.

Scegliere-la-tenda-giusta-12

La scelta cromatica e delle fantasie dei tessuti sono da tenere in considerazione per le soluzioni di coordinati tessili da impiegare per gli altri elementi di arredo della stanza come: divani, cuscini, poltrone, sedie imbottite, ma anche per per tessuti e carte da parati.

La tenda con disegni a fantasia è molto impegnativa e la sua scelta va ponderata bene.

Se sono presenti nella stanza altri arredi tessili la tenda deve essere assolutamente coordinata con tutto il resto.

Ricordate sempre che degli elementi principali presenti in una stanza si può osare solo in uno di loro per farne il punto focale dell’intero ambiente. Un divano con tappezzeria particolarmente decorativa per essere il protagonista della stanza vuole accanto comprimari che non distolgano l’attenzione o peggio ancora che creino disordine visivo. Non commettete l’errore di avere la stessa fantasia del divano sulle tende! Rischiereste di scadere nel cattivo gusto.

3. Prevedete i giusti effetti luce a seconda del tipo di ambiente e della sua esposizione alla luce naturale.

Il tessuto con cui è realizzata la tenda definisce quanta luce può passare dall’esterno nella stanza.

Scegliete tessuti leggeri a trama larga e colori chiari che lascino filtrare la luce, per ambienti poco luminosi. I tessuti più spessi e pesanti filtrano maggiormente la luce solare e attenuano i suoni che giungono dall’esterno, per questi motivi sono utili per conferire maggiore privacy ad ambienti ampi e molto luminosi. Questi generalmente sono i luoghi meno intimi della casa come soggiorni e saloni.

I tessuti possono essere di fibra naturale, come il cotone, la lana, la seta, la juta, l’organza e il lino, oppure sintetici come le usatissime fibre acriliche, quelle di nylon e poliestere. Non è raro trovare anche tendaggi realizzati con filati misti di fibre naturali e sintetiche con i quali ottenere particolari effetti di chiaroscuro.

In genere tutti i tessuti delle tende per interni sono trattati per resistere alla luce e al calore del sole dei caloriferi. È sempre possibile verificare, al momento dell’acquisto, leggendo le apposite etichette il tipo di filato impiegato. Il prezzo delle tende in tessuto sintetico è generalmente più contenuto.

Tenete conto che i tessuti in fibra naturale necessiteranno di maggiore cura rispetto quelli in fibra sintetica che possono essere impiegati in modo più disinvolto, soprattutto se in casa ci sono bambini e animali domestici.

Scegliete tessuti leggeri e colori chiari che lascino filtrare la luce, per ambienti poco luminosi, viceversa, i tessuti più spessi dai toni più scuri saranno utili per conferire maggiore privacy ad ambienti ampi e molto luminosi. Questi generalmente sono i luoghi meno intimi della casa come soggiorni e saloni.

4. Scegliete la tipologia di tenda più adatta, a seconda dello stile della tenda vanno abbinati gli accessori, il tipo di sostegno e di arricciatura.

Comode e funzionali risultano le tende a pacchetto, esistenti in numerose varianti, con i tessuti più disparati e nelle tipologie rigide o morbide che si arricciano in verticale dando luogo a drappeggi più o meno complessi. Ci si può anche orientare verso tende a pannelli scorrevoli, perfette per porte finestre o vetrate ampie, oppure scegliere per gli ambienti giorno, tende plissè in poliestere ad azione verticale. La scelta dei tessuti in questo tipo di tendaggi a pannelli è limitata ai soli campionari proposti dal produttore.

Le tende comunque più apprezzate nell’arredamento sono le tende morbide e le tende arricciate  la cui varietà di scelta per i tessuti è molto ampia. 

A seconda dello stile, possono essere montate su binario o su bastone che può essere in legno o in ottone e persino in ferro battuto.

Si può ricorrere ad un doppio binario o a un doppio bastone per abbinare una tenda oscurante più pesante ad una leggera filtrante.  Le doppie tende permettono una migliore modulazione della quantità di luce che entra nella stanza.

In genere le tende montate con il bastone, sono di facile installazione e potete risparmiare con il fai da te magari anche usando i tessuti preconfezionati. A proposito di questi vi consiglio di acquistarli i più lunghi disponibili per poter avere lunghezza a sufficienza per un orlo perfetto anche dopo aver perso qualche centimetro a causa di un restringimento delle fibre dopo un lavaggio. Fondamentale è appendere la tenda il più vicino possibile al soffitto: basta lasciare 2 o 3 centimetri per agevolare lo scorrimento della tenda.

5. Prestate attenzione alle dimensioni dei teli.

Per avere una tenda con la giusta morbidezza e ben equilibrata, considerate una larghezza dei teli di almeno due volte, due volte e mezzo, l’ampiezza della finestra.

Invece, la lunghezza della tenda potrete deciderla in base al vostro gusto: sappiate che non vi sono a tal proposito regole inviolabili. Potete decidere che il tessuto sfiori appena il pavimento, oppure come di tendenza al momento optare per dei teli che si appoggiano morbidamente al pavimento per 10 o 15 centimetri.

  

Se avete la fortuna di avere una finestra di grandi dimensioni, ricordatevi che le vetrate ampie sono scenografiche ed eleganti, quindi vestitele adeguatamente magari avendo cura di scegliere un colore in tono con quelli delle pareti per evitare distacchi troppo netti.

 

Un ultimo consiglio riguarda il lavaggio e la stiratura delle tende.

Tutte le tende per interni, a prescindere dal tipo di tessuto, possono essere lavate in lavatrice con cicli a bassa temperatura impiegando detersivi delicati ed escludendo la centrifuga. In ogni caso è sempre consigliabile seguire scrupolosamente eventuali particolari istruzioni del produttore.

Fate attenzione! Più la trama del tessuto è rada, maggiori sono le possibilità di rilassamento delle fibre il che comporta la perdita della stabilità dimensionale.

La stiratura nella maggior parte dei tendaggi può essere fatta in maniera “naturale” grazie al loro stesso peso: a lavaggio terminato tirate fuori le tende dalla lavatrice e stendetele rapidamente in modo che non si formino pieghe. Consigliato non indugiare troppo con questa operazione poiché tardare troppo comporterebbe la formazione di pieghe eliminabili poi solo il ferro da stiro.

I tessuti di fibra naturale e le tende ricamate vanno invece generalmente stirati con cura.

 

Se vi piace Questioni di Arredamento, iscrivetevi alla nostra newsletter per essere aggiornati sulle pubblicazioni future.

Riceverete una sola email al mese e potrete disattivare l'abbonamento quando vorrete.

Oppure seguiteci su ... 

4 commenti su “Scegliere le tende per interni.

  1. Un post che fa a caso mio!! Interessante!! Volevo sottoporla gentilmente ad una domanda. Ho una veranda ideata per diventare un salone/soggiorno in quanto posta all’ingresso del mio appartamento. La stanza è molto luminosa in quanto vi sono 2 grandi finestre ed una porta/finestra disposto il tutto su due pareti… Mi farebbe piacere ricevere un consiglio sul tendaggio da utilizzare per rendere l’ambiente meno “pesante”… E’ possibile ideare due grandi travi che possono fungere per disporre un binario doppio a scomparsa? Questo per sostituire il classico bastone… Oppure sulle finestre applicare dei rulli a scomparsa e solo sulla porta finestra la tenda. La ringrazio anticipatamente.

    • Salve, per una corretta valutazione sarebbero necessarie delle foto dell’ambiente (scattate nelle ore diurne) e conoscere l’esposizione delle finestre, poiché un esposizione a Nord piuttosto che a Sud influisce sensibilmente sulla scelta.
      Tenga presente che i colori chiari e i tessuti leggeri per rendere tutto più leggero sono fondamentali, se poi ha necessità di oscurare l’ambiente si possono impiegare degli oscuranti a rullo da montare a ridosso dell’infisso.
      Se vuole può inviare i suoi file con l’uploader che trova nella pagina privata dedicata agli utenti registrati.

  2. Mia moglie mi ha fatto girare in lungo e in largo per le tende di casa, senza mai trovare qualcosa che le piacesse. Alla fine abbiamo adottato una soluzione particolare: abbiamo trovato un negozio di Pavia, Magazzini Ars, che ha un laboratorio interno. Abbiamo commissionato la nostra tenda scegliendo il tessuto ed il modello.

    • I laboratori artigianali di tappezzeria sono sempre un ottima scelta per trovare ciò che si desidera e per avvalersi dei consigli di esperti competenti.

Domande riguardo questo argomento? Formulate la vostra domanda nei commenti, risponderò al vostro quesito in brevissimo tempo.

Protected by Copyscape
Tutte le immagini di questo articolo, se non diversamente specificato, sono tratte da Pinterest.