L’arredamento di una cucina piccola può essere risolto brillantemente con soluzioni funzionali e allo stesso tempo belle da vedere. Sarà necessario sfruttare in maniera ottimale il poco spazio a disposizione, utilizzando ogni centimetro possibile. Però questo non significa che si debba rinunciare all’estetica realizzando un ambiente sovraccarico.

Photo by Sabrina Mazzeo on Unsplash

Un impresa stimolante.

Con la costante riduzione delle superfici abitative non è difficile imbattersi in case con ambienti cucina davvero minimi. In alcuni casi si tratta di vere e proprie zone tecniche di appena tre metri quadrati che non prevedono la disposizione di tavoli e sedie. Ho sempre considerato una sfida stimolante l’organizzazione di una cucina piccola. Per complessa che sia la sua progettazione, le dimensioni limitate della cucina mettono alla prova la creatività del progettista nella ricerca di combinazioni intelligenti. Soluzioni queste che non di rado risultano anche attraenti esteticamente.

Per riuscire nell’impresa sarà necessaria una particolare cura per ogni singolo dettaglio progettuale che possa contribuire al confort di un ambiente piccolo dove tutto è a portata di mano.

cucina-piccola

Ordine, prima di tutto.

L’ordine è fondamentale, per evitare il senso di claustrofobia che uno spazio ristretto potrebbe restituire. I mobili devono contenere solo il necessario, si devono aprire con facilità e non devono intralciare i movimenti di chi opera in cucina.

Prima di arredare la vostra cucina piccola, eliminate tutto il superfluo. Liberatevi di tutto quello che non usate più. Troverete tantissime cose che nemmeno vi ricordate di avere e che occupano solo spazio.

cucina-piccola

Non rinunciate allo stile.

Anche di fronte a spazi ridotti, lo stile non deve mancare, il buon gusto non guasta mai!

Se è vero che lo stile minimalista, per le sue linee essenziali improntate alla funzionalità, risulta essere particolarmente adatto per arredare una cucina piccola, non è certo l’unica soluzione stilistica possible. Lo stile della cucina deve essere in linea con quello scelto per arredare tutta la casa. Questo concetto è valido anche per una cucina piccola!

Quello a cui non si può rinunciare.

I mobili fondamentali a cui non si può assolutamente rinunciare in una cucina, sono una cassettiera per le posate e gli utensili da cucina e una base con carrelli porta-pentole.

cucina-piccola

Una quantità adeguata di piano lavoro è necessario prevederlo, tenendo conto della sistemazione degli elettrodomestici come frigorifero, forno, lavello, piano cottura e cappa, necessari anche in una cucina piccola.

Elettrodomestici indispensabili.

Il frigorifero, occupando una colonna, va sistemato all’estremità della composizione, possibilmente lontano dai fuochi. Tenete conto che il frigorifero free-standing occupa più spazio di uno ad incasso, per cui la scelta di questo pare più opportuna in ambienti piccoli.

cucina-piccola

Dovendo rinunciare a qualcosa, si può considerare la lavastoviglie un elettrodomestico non indispensabile. Tuttavia, se è proprio necessaria, optate per una lavastoviglie da 45 centimetri, per non sacrificare lo spazio contenitivo della cucina.

Ricordate

La lavastoviglie nella composizione va sempre inserita in linea con il lavello. Non posizionatela in modo errato, piuttosto rinunciatevi!

cucina-piccola

La zona di lavaggio può essere organizzata con un lavello anche di una sola vasca per risparmiare spazio. Quello da 60 cm, ad esempio è un buon compromesso di funzionalità e spazio impegnato.

Nella zona cottura il piano cottura, anche se di quattro fuochi soltanto, dovrà avere un minimo di spazio a disposizione intorno. Dovendo rinunciare alle colonne per aumentare il piano di lavoro, il forno andrà sistemato sotto i fuochi. Anche alla cappa di aspirazione non si può rinunciare visto che è obbligatoria in tutte le cucine.

Piano lavoro.

Soprattutto quando i metri a disposizione sono pochi, è fondamentale cercare di prevedere la maggiore quantità di piano lavoro possibile.

Oltre che rinunciando alle colonne, è possibile ricavare porzioni di piano ricorrendo a qualche piccolo ma utile stratagemma. Inserite dei piani estraibili in prossimità della zona cottura. Questi generalmente vengono fuori da quelli che all’apparenza sembrano essere dei normali cassetti.

Prevedete un top di profondità maggiore ai 60 cm standard  nelle zone strategiche della cucina. Ovvero dietro il piano cottura ed il lavello, in modo da lasciare dello spazio per appoggiare pentole e piatti se occorre.

cucina-piccola
cucina-piccola

Far sembrare la cucina più grande.

Per far sembrare più grande la vostra cucina è possibile adottare degli accorgimenti per restituire visivamente un ambiente più grande ed esteticamente più piacevole.

Colore.

Le pareti bianche, o comunque di colore chiaro, così come per i mobili, danno ampiezza e luminosità alla cucina. Però il colore serve anche a dare un’identità all’ambiente.

Per donare dinamicità all’insieme si possono inserire delle piastrelle colorate nell’area dei fuochi e del lavello. Oppure si possono decorare delle zone specifiche con della carta da parati dai disegni particolari, purché questa sia idonea per l’ambiente umido della cucina.

L’introduzione di elementi decorativi modifica radicalmente l’aspetto di un piccolo spazio angusto. Colori intensi e vivaci possono essere usati a contrasto di pareti e soffitti dai toni neutri. I contrasti tonali rendono vivace l’ambiente e contribuiscono a far sembrare gli ambienti più ampi.

cucina-piccola
cucina-piccola

Pavimento.

Ingannate la percezione dello spazio utilizzando una pavimentazione disposta a 45 gradi. Che si tratti di piastrelle o di parquet, questi disposti in diagonale faranno “sembrare la cucina più grande”.

Porte scorrevoli.

Se esiste la possibilità di installare una porta scorrevole all’ingresso della cucina, fatelo! Risparmierete spazio e vi muoverete meglio nella vostra cucina piccola.

Funzionalità senza compromessi.

Come ho già detto nel mio post “6 consigli per una composizione cucina funzionale” la progettazione di una cucina, grande o piccola che sia, non può prescindere da una funzionalità che agevoli il lavoro che vi si compie. Ragione per cui la disposizione corretta degli elementi e la giusta ergonomia sono fondamentali.

cucina-piccola

Sfruttare lo spazio in altezza.

Per realizzare una cucina piccola inevitabile sarà cercare di sfruttare i centimetri in altezza a disposizione. Dei pensili alti per sistemare gli oggetti di raro utilizzo più in cima, sono certamente utili, ma attenzione a non esagerare, rischiereste d’avere un aspetto opprimente dell’insieme.

cucina-piccola

Per quanto concerne l’ergonomia è possibile utilizzare basi per avere un’altezza del piano di lavoro adeguata alla statura di chi utilizzerà la cucina. Mentre, per la corretta disposizione degli elementi costituenti la cucina è necessario rispettare la sequenza delle azioni che si compiono in cucina durante la preparazione dei cibi.

Mensole e ripiani.

Sistemi a vista da alternare ai pensili, conferiscono una percezione di maggiore ampiezza dello spazio, visto che non vi è l’ingombro volumetrico dei mobili sospesi.

Organizzare gli angoli cottura con mensole e ripiani a giorno può essere una mossa vincente per avere tutto a portata di mano. Potrete tenere a vista pasta, tisane, biscotti, ecc… togliendoli dalle loro confezioni e sistemandoli dentro eleganti barattoli di vetro.

cucina-piccola

Utili per sopperire alla penuria di spazi sono anche dei ganci a cui si possono appendere pentole e padelle.

cucina-piccola
cucina-piccola

Mobili multifunzioni.

Gli spazi angusti richiedono mobili adatti a contenere in pochi centimetri i tanti utensili necessari in cucina. Spesso non è possibile utilizzare soluzioni standard ed è necessario che la cucina venga realizzata su misura.

I mobili progettati ad hoc possono accogliere cassetti, apparecchiature e ripiani per gli utensili, oppure possono trasformarsi a seconda delle esigenze, in tavoli, piani di lavoro, ecc… 

In questi casi indispensabili sono le abilità del progettista e dell’artigiano per poter realizzare la cucina perfetta.

Cestelli estraibili.

Le basi della cucina è meglio preferirle attrezzate con cestelli estraibili. Sono più comodi di quelle con semplici ante, poiché consentono un facile accesso ai vani e non sarà necessario chinarsi per cercare gli oggetti in essi contenuti.

cucina-piccola

Mobili ad angolo.

Per sfruttare gli angoli al meglio saranno necessari dei mobili specifici, ma attenzione le basi, così come colonne ad angolo, possono risultare scomode se hanno un accesso inferiore a 45 cm.

cucina-piccola
cucina-piccola

Tavoli richiudibili e piani snack.

Anche nelle cucine destinate alla sola preparazione dei cibi è possibile integrare dei piani o delle mensole da appoggio per il consumo di pasti veloci, per la colazione mattutina, o all’occorrenza, anche come piano da lavoro addizionale.

Ad esempio, la soluzione del piano appoggiato alle pareti, accompagnata da sgabelli, può arricchire in maniera funzionale e pratica angoli difficili da utilizzare.

cucina-piccola
cucina-piccola

Si possono utilizzare anche dei tavoli e delle sedie richiudibili per lasciare lo spazio libero per lavorare quando non utilizzati.

cucina-piccola

Conclusioni.

Come avete letto, non è difficile realizzare l’arredamento e l’organizzazione di una cucina piccola, ma se avete dubbi sulla vostra cucina non esitate a porre la vostra domanda nei commenti in basso.

Testo di proprietà di Biagio Barraco . Tutti i diritti sono riservati, è espressamente fatto divieto di copiare e incollare integralmente il contenuto di questo post o fare hardlinking. Per quanto riguarda le immagini presenti, se non diversamente specificato, si rende noto che queste provengono dai siti pixabay.com unsplash.comoppure si tratta di immagini prelevate da PinterestNel caso in cui la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatelo ed essi saranno immediatamente rimossi.

4 Commenti

  1. Molte buone idee. Io dovrei ricavare spazio in una cucina per il monolocale del mare, quasi interamente occupato da un divano letto che, quando è aperto, di notte, lascia ben poco spazio per il tavolo. Dovrei mettere un tavolo ripiegabile, da appoggiare a parete, o qualcosa di estraibile, ma non so da dove cominciare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.