Le 5 migliori marche di elettrodomestici da cucina per il 2022 testata

Scegliere l’elettrodomestico giusto è tutta questione di strategia e di criterio: tutti gli elettrodomestici sono utili e dentro casa diventano dei grandi alleati che permettono di risparmiare tempo, risorse ed energie preziose. La scelta degli elettrodomestici comporta un costo, certo, ma questo non riguarda solo la spesa che si sostiene per l’acquisto; ci sono i costi per la manutenzione, che colpiscono non solo il portafoglio, ma anche l’ambiente e le sue risorse. Ecco perché prima del momento dell’acquisto, c’è bisogno di ponderare bene la scelta.

La cosa più utile da fare quando ci si appresta ad acquistare un nuovo elettrodomestico è pensare al modello che più si adegua alle proprie esigenze personali e al resto dell’arredamento, valutare a quanto spesso lo si userà e, ovviamente, valutare quanto si è disposti a spendere anche in base alla disponibilità. Si tratta di una scelta che può portare a diverse soluzioni, dal momento che oggi sul mercato i marchi di elettrodomestici sono tanti e ognuno si contraddistingue per caratteristiche specifiche.

Come scegliere tra le migliori marche di elettrodomestici

Innanzitutto, in base alle esigenze di ognuno. Quanti siete in famiglia? Quali sono i vostri consumi? Le risposte a queste domande sono vitali per determinare la grandezza e la capacità dell’elettrodomestico che si andrà ad acquistare, proprio come le dimensioni dell’ambiente in cui sarà collocato.

Chi vive in un appartamento piccolo, non può certo riempirlo con elettrodomestici ingombranti, ma dovrà cercare delle soluzioni alternative. Ad esempio, una lavasciuga, in modo da avere due elettrodomestici in uno e da ottimizzare al meglio lo spazio a disposizione.

La qualità e i consumi degli elettrodomestici

Alcuni apparecchi sono più utili rispetto ad altri in termini di quotidianità. Di conseguenza, puntare sulla qualità è tutto. Il frigorifero, il forno, il piano di cottura, la lavatrice, a conti fatti sono più indispensabili della lavastoviglie e dell’asciugatrice: hanno quindi precedenza nell’acquisto. Inoltre, saranno gli elettrodomestici maggiormente utilizzati nel quotidiano e, quindi, più esposti all’usura. Indispensabile, quindi, che siano di buona qualità.

Molto importante è dare sempre un’occhiata alla classe di efficienza energetica: sapere quanto consumerà un apparecchio è importante per conoscere, a grandi linee, quanto inciderà sulla bolletta, ma anche per essere consapevoli di quale impatto avrà sull’ambiente.

In termini di etichetta, è importante controllare i consumi energetici nel corso dell’anno del modello, il livello di rumorosità e le garanzie di sicurezza su cui poter contare. Scoprire i modelli dei diversi brand, confrontarli, leggere recensioni, studiare il rapporto tra il prezzo e le caratteristiche dell’elettrodomestico: solo dopo aver fatto queste attente valutazioni è possibile procede all’acquisto in modo consapevole.

Arredamento, ambiente ed elettrodomestici

Scegliete sempre elettrodomestici che non siano in contrasto con il resto dell’arredamento.

Guardate anche il design di un apparecchio e il suo colore e chiedetevi sempre se è in armonia con il resto della casa e se vi piace. Molto spesso la soluzione a incasso è preferibile proprio per evitare abbinamenti sbagliati in termini di colore e design. Del resto, anche la scelta dell’elettrodomestico giusto è importante per vivere in modo sereno il proprio spazio.

Le 5 migliori marche di elettrodomestici da cucina per il 2022 testata

Pezzi di ricambio originali e assistenza tecnica

Altro consiglio utile è quello di valutare i marchi di elettrodomestici più conosciuti, ma soprattutto di cercare un modello per cui sia semplice trovare i pezzi di ricambio o rivolgersi a un tecnico specializzato. In altre parole, cercate di capire chi può offrire un’assistenza tempestiva e di qualità, in caso di guasto o qualsiasi altro problema. Ricordate sempre che riparare un elettrodomestico è una scelta intelligente, economica e anche ecologica dal momento che evita l’accumulo di rifiuti e riduce l’inquinamento ambientale.

sedia cuore
sedia cuore~1
sedia cuore~2
sedia cuore~3

Ideale per gli ambienti romantici

Tommychairs – Sedia modello Cuore

La sedia Cuore è completamente fatta a mano artigianalmente in Italia con materiali di prima scelta. La sua struttura in legno di faggio regge fino a 120 kg. Il suo design la rendono adatta per la casa, ma anche per bar e ristoranti. Verniciata con tanti colori disponibili.

Scopri di piùsu Tommychairs

Come scegliere gli elettrodomestici per la cucina?

L’ambiente dove in genere si concentrano gli elettrodomestici è la cucina, che ha bisogno quindi di una menzione speciale perché anche se le mode cambiano e l’innovazione fa evolvere gli ambienti, il fatto che la cucini resti il focolare domestico è una certezza che si mantiene costante nel tempo.

Lo spazio, in relazione alla cucina, è il primo tema da affrontare. Non abbiate timore che lo spazio sia troppo piccolo: oggi sono disponibili elettrodomestici compatti adatti alle cucine più piccole e la scelta di elettrodomestici ad incasso aiuta a risparmiare spazio e a creare un ambiente perfetto.

Se invece il problema dello spazio non sussiste, allora le possibilità sono infinte, dai frigoriferi combinati a doppia porta al forno a microonde incassato posizionato sopra al forno elettrico tradizionale. Per chi desidera una cucina più originale, gli elettrodomestici a libera installazione danno la possibilità di rendere l’ambiente più dinamico, meno squadrato e anche più accattivante da vedere. Non esiste la scelta migliore, solo quella più giusta in base alle esigenze di ognuno.

Consigli per scegliere gli elettrodomestici della cucina

La scelta degli elettrodomestici di una cucina è forse la fase più importante e delicata dell’intero percorso, anche solo la grande quantità di informazioni cui si dovrà andare alla ricerca per scegliere con consapevolezza gli elettrodomestici migliori. D’altra parte, investire su un buon set di elettrodomestici è molto importante: non dobbiamo dimenticarci infatti che la cucina è il luogo della convivialità, un ambiente in cui si passa del tempo e si sta in famiglia.

Per scegliere con cura gli elettrodomestici della tua cucina, bisogna fare delle valutazioni iniziali e considerare prima di tutto tre aspetti:

  • il budget a disposizione;
  • ​la tipologia degli elettrodomestici;
  • ​i brand presenti sul mercato.

La scelta degli elettrodomestici, in realtà, non soddisfa solo necessità di tipo economico. Tipologia e qualità del brand rispondono anche a un approccio più profondo ed esigente che pone l’accento sullo stile di vita delle persone, sulle loro abitudini e sulle loro passioni.

Il forno: due possibilità di scelta

Chi è davvero appassionato di cucina e passa molto tempo ai fornelli dovrebbe optare per elettrodomestici di ultima generazione. Il forno ideale in questo caso sarebbe un elettrodomestico con funzioni avanzate per preparare la pizza, il pane e dolci e per sfruttare la cottura a vapore e sperimentare la preparazione di menù completi e di cibi più elaborati. Per esempio, un forno con sistemi di cottura avanzati permette di:

  • scegliere come viene distribuito il calore in base alle esigenze di cottura (statico, ventilato, grill, …);
  • limitare la dispersione termica e mantenere sempre costante la temperatura dentro al forno;
  • cuocere perfettamente contenendo i consumi energetici e i tempi di preparazione.

In ogni caso, nessuno è obbligato a scegliere un forno che abbia tutte queste caratteristiche, perché sicuramente è più impegnativo dal punto di vista economico e si tratta anche di un elettrodomestico complesso da utilizzare. Ecco perché, se la cucina non è esattamente la tua passione, allora sarà importante scegliere un forno di buona qualità e dalle prestazioni tecnologiche con funzionalità base che permettono un utilizzo essenziale dell’elettrodomestico secondo le necessità.

Piano cottura: a induzione o a gas?

Per la scelta del piano cottura più giusto per le esigenze familiari è importante tenere conto di diversi fattori. Chi cerca una cottura rapida e sicura, insieme a performance di livello professionale, sarà più orientato verso la scelta di un buon piano ad induzione che:

  • ​garantisce efficienza e tempi ridotti: la cottura del cibo è molto veloce (quasi tutta l’energia si trasforma in calore per poi concentrarsi sugli alimenti) e questo si traduce in un risparmio di tempo ed energia;​
  • ​è più sicuro: si riduce il rischio di scottature perché sarà solo la pentola a scaldarsi e a condurre il calore che serve per la cottura dei cibi;
  • è più facile da pulire: le superfici del piano non si riscaldano e così impediscono ai liquidi che fuoriescono di cristallizzarsi, semplificando così tutte le operazioni di pulizia.

Il piano a induzione

Senza dubbio è il piano di cottura del futuro, anche se in Italia, visto l’alto costo di acquisto è un sistema che ha ancora poco adottato. È considerato adatto a chi ha poco tempo da dedicare alla cucina, proprio per la sua facilità d’impiego e di pulizia.

Il piano cottura a gas

La scelta del più classico piano a gas rimane il giusto compromesso tra performance e qualità, con un occhio in più al risparmio. Da considerare sempre che la piastra a gas è comunque la tipologia di piano più comune, usata e desiderata perché offre diversi vantaggi:

  • una maggiore compatibilità con tutti i tipi di pentole;
  • facilità di gestione e il prezzo più economico dell’elettrodomestico.

Nella scelta del piano cottura, a gas o a induzione che sia, è importante valutare la grandezza della superficie d’appoggio: il classico piano da 60 cm, quello con 4 fuochi, in genere è compatibile con tutti i tipi di cucina e soddisfa bene le esigenze di una famiglia numerosa.

Ce ne sono anche di più grandi, da 90 o a 120 cm, ma in questo caso è bene prendere con attenzione le misure dell’intero ambiente e in termini di spazio utile sul piano di lavoro. Questo tipo di soluzione è molto utile a chi ama cucinare menù elaborati o si dedica alla preparazione del cibo per molte persone.

​La scelta del microonde

Il microonde è considerato un optional, ma ormai è presente in tutte le cucine. Si tratta di uno strumento comodo ed efficiente, che si può utilizzare in modi diversi; per scongelare, scaldare e qualche volta anche per cucinare. Un microonde ad appoggio è più economico ma fa perdere spazio sul piano di lavoro. Per chi non ha molto spazio, un microonde ad incasso potrebbe essere l’opzione migliore, utile e poco invasiva rispetto alla superficie del piano.

La scelta del frigorifero

Per scegliere il frigorifero giusto, il primo aspetto da considerare è la capienza: in base alla grandezza e alla composizione del nucleo familiare cambiano le quantità di cibo utilizzate. In secondo luogo è importante valutare le abitudini alimentari: un frigorifero mono porta, per esempio, è adatto a chi non ama troppo congelare e utilizza i cibi freschi con una certa frequenza, cucinandoli tutti i giorni; al contrario, un frigorifero combinato è dedicato a chi è alla ricerca di uno spazio capiente da dedicare al congelamento. In linea generale, una famiglia di quattro o più persone, ha bisogno di un frigorifero da circa 300 lt. Una famiglia di due sole persone potrà scegliere anche un modello da 250 lt.

I principali criteri di scelta del frigorifero sono:

  • ​rumorosità e consumo, controllando l’etichetta per verificarne l’impiego di energia in Kwh e i decibel che vengono prodotti (due persone che parlano con un tono di voce normale producono un rumore di circa 50 decibel);
  • numero di termostati: solitamente meglio due, in quanto è possibile regolare in maniera indipendente la temperatura del frigo e quella del freezer;
  • ​volume, ovvero la capienza in base a quanto è ampio il nucleo familiare;
  • ​funzione “no frost”, cioè che non produce brina, in modo tale da non dover sbrinare periodicamente l’elettrodomestico e risparmiare sull’elettricità.

La scelta della lavastoviglie

La lavastoviglie è un elettrodomestico che meriterebbe un discorso a parte, tanto grande è la rivoluzione che ha portato nelle case delle famiglie italiane. È ormai considerata una presenza indispensabile che offre una serie di irrinunciabili vantaggi; permette di pulire in autonomia una grande quantità di piatti e di pentole (facendo risparmiare così tempo e fatica), e offre un lavaggio dalla qualità decisamente superiore per merito delle elevate temperature raggiunte dall’acqua.

  • I più importanti criteri di scelta della lavastoviglie sono:
  • ​capacità di carico, che regola la grandezza dell’elettrodomestico: da 45 cm per chi ha poco spazio, da 60 cm nel caso di una famiglia in cui si considerano 12 coperti circa;​
  • funzioni disponibili: non devono mai mancare quelle essenziali per il lavaggio, la principale (che lava ad una temperatura di 60 gradi) e quella eco (50 gradi), a seconda dello sporco accumulato da piatti, bicchieri e stoviglie;
  • efficacia dei programmi di asciugatura, sia con il programma tradizionale che con quello ecologico: la riduzione del consumo energetico in questa fase è uno degli aspetti su cui i brand puntano molto. Attualmente esistono in commercio alcuni modelli basati sulla zeolite, un minerale che trattiene bene l’umidità e permette un notevole risparmio energetico;
  • rumorosità, consumo energetico e dell’acqua: le alte classi energetiche, si sa, offrono un consumo minimo di acqua lavorando in modo ottimale e ad alti livelli;
  • ​facilità di utilizzo.

Le 5 migliori marche di elettrodomestici per la cucina

Abbiamo selezionato 5 brand di elettrodomestici per la cucina che si distinguono tra le tante marche disponibili sul mercato per innovazione, elevate prestazioni e buona efficienza energetica. Ecco quali sono.

Gaggenau

Per chi ha un po’ più di esperienza in cucina e fa un uso continuato dei fornelli, ci sono gli elettrodomestici del marchio Gaggenau. Considerati per certi aspetti come meraviglie dell’ingegneria, questi elettrodomestici richiedono sicuramente un minimo sforzo iniziale per comprendere come funzionano. Fatto questo, cucinare non sarà mai stato così divertente ed pratico allo stesso tempo. Gli elettrodomestici di Gaggenau sono concepiti come apparecchiature da chef, ma realizzate per l’ambiente domestico. Una combo davvero speciale per chi ama stare ai fornelli.

Neff

Tra i migliori brand di elettrodomestici da incasso per la cucina emerge senza dubbio il nome di Neff. Concepiti per essere di ispirazione per le persone e per incoraggiarle a nutrire la propria creatività, i prodotti innovativi di questo brand consentono di preparare piatti da veri chef, che sia un pranzo di quattro portate o un dessert irresistibile. La gamma dei forni, ad esempio, consente di assaporare appieno l’esperienza tra i fornelli, grazie al vapore, alla funzione CircoTherm e alla porta Slide&Hide: innovazioni che consentono di cucinare tutto quello che si desidera.

Bosch

Le aziende tedesche sono famose per la produzione di alcuni dei prodotti di alta qualità disponibili oggi sul mercato. Bosch è una di queste. Oltre a una vasta gamma di elettrodomestici, il marchio offre anche alcune delle più alte garanzie in termini di assistenza al cliente. Gli elettrodomestici da cucina del brand sono di fascia medio-alta e quello che all’apparenza sembra un prezzo alto è giustificato da elettrodomestici da cucina robusti, affidabili e pensati per gli utenti.


Per esempio, i forni della gamma Bosch hanno un costo piuttosto elevato, ma essendo realizzati in acciaio inossidabile sono fatti per durare nel tempo. Inoltre, sono sviluppati con alcune soluzioni progettuali all’avanguardia, come la ventola di raffreddamento per evitare il surriscaldamento e la tecnologia autopulente. Oltre ai forni, Bosch ha nella sua gamma anche lavastoviglie e frigoriferi che sono molto richiesti, a cui si affianca una gamma completa di piccoli elettrodomestici per completare l’arredamento della cucina.

Smeg

Il marchio Smeg è da sempre sinonimo di design ricercato, di qualità e di resistenza nel tempo. Il suo ricco catalogo affianca ai grandi elettrodomestici anche una vasta proposta di piccoli elettrodomestici, dai tostapane alle macchine per il caffè espresso. Per chi è alla ricerca di eleganza, e anche di un tocco di colore, questo è il brand giusto.


Smeg ha vinto diversi premi non solo per l’estetica dei suoi apparecchi, ma anche per la loro funzionalità ed ergonomia. Si tratta di un brand che non integra necessariamente le ultime tecnologie, ma si fa apprezzare senza dubbio per l’attenta scelta dei migliori materiali per garantire che i prodotti durino il più a lungo possibile. Questo significa che gli elettrodomestici da cucina Smeg non solo hanno un look e un fascino senza tempo, ma funzionano anche molto bene.

Miele

Miele è un produttore di elettrodomestici da cucina tedesco, che da tempo ha molto successo per l’indiscussa qualità dei suoi prodotti.


I suoi elettrodomestici hanno un costo un po’ più elevato grazie alla alta qualità dei materiali utilizzati. Del resto, comprare gli elettrodomestici per la cucina è un investimento importante, e i numeri mostrano che le loro lavastoviglie, i forni e i piani di cottura sono considerati un grande passo in avanti per la cucina.

4.6/5 - (7 votes)

Testo di proprietà di Biagio Barraco . Tutti i diritti sono riservati, è espressamente fatto divieto di copiare e incollare integralmente il contenuto di questo post o fare hardlinking. Per quanto riguarda le immagini presenti, se non diversamente specificato, si rende noto che queste provengono dai siti pixabay.com unsplash.comoppure si tratta di immagini prelevate da PinterestNel caso in cui la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, comunicatelo ed essi saranno immediatamente rimossi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.